Servivano 40 giorni, almeno. Sembrava dovesse aspettare anche l'anno nuovo per tornare a pieno regime. Invece, Emre Can è rientrato prima del tempo. E si prepara ad essere la vera sorpresa positiva del derby, sponda bianconera. Già, perché la squalifica di Rodrigo Bentancur unita all'infortunio di Sami Khedira (Roma nel mirino per il vice-capitano bianconero), dovrebbe spalancare le porte della titolarità ad Emre Can. Uno spezzone, poi un altro e un altro ancora, la fiducia di Max Allegri è sempre stata fondata. Così il derby diventerà, di fatto, il vero punto di partenza dell'esperienza di Emre Can in bianconero.

L'ACQUISTO – Una partita fondamentale per il tedesco. E per tutta la Juve. In palio ci sono tre punti fondamentali per consolidare il dominio in campionato, senza dimenticare che il derby è sempre il derby, anche a Torino. Ma la prova di Emre Can sarà un banco di prova particolarmente delicato per le strategie della Juve. Dalle sue condizioni (oltre che da quelle di Khedira) passa il mercato invernale della capolista: le valutazioni sono in atto da tempo, la società bianconera sta cercando di capire anche e soprattutto la tenuta in proiezione di una stagione lunga e dispendiosa. Nel caso in cui riaffiorassero quei dubbi che ora Emre Can sta spazzando via, un centrocampista in più potrebbe diventare più che utile, scongiurando così il rischio della coperta corta nei prossimi giorni passerà dalla linea mediana al pacchetto degli esterni bassi (ma quella è un'altra storia). Un passo alla volta, però. Il prossimo vedrà Emre Can, titolare, contro il Toro. Ed è questa la migliore notizia possibile.