166
Una punta per gennaio. La Juventus vuole regalare ad Allegri un nuovo profilo, un uomo d'area di rigore che possa aumentare le alternative di un reparto nel quale non c'è un vero e proprio trascinatore. Morata, che sta ritrovando continuità nell'ultimo periodo, Kean e Kaio Jorge non stanno facendo la differenza là davanti, per questo per raggiungere la zona Champions e andare più avanti possibile in Europa e in Coppa Italia è necessario rinforzarsi. Dopo la partita con il Cagliari è atteso un vertice tra società e Allegri per definire il budget e valutare tutte le alternative. Non ci saranno grandi investimenti, ma verrà fatto qualcosa, in linea con quelle che sono le difficoltà economiche sta attraversando il club. 

NON SOLO ICARDI - L'idea è quella di trovare una soluzione in prestito per sei mesi o per 18 mesi, un giocatore che possa essere pronto subito, magari dall'estero, per ovvie ragioni legate al Decreto Crescita. Per poi eventualmente pianificare il grande investimento (Vlahovic è il sogno) in estate. La prima scelta per il mercato invernale è Mauro Icardi, per il quale il Psg al momento non apre al prestito, occhio alle ipotesi Cavani, in uscita dal Manchester United (c'è anche il Barcellona) e Aubameyang dell'Arsenal, fatto fuori da Arteta. Per il futuro, ma decisamente in seconda e terza fila, piacciono Scamacca del Sassuolo, Lucca del Pisa e Moro del Padova, attualmente in prestito al Catania, con il quale ha segnato 18 gol in 16 partite.