142
La Juventus cambia volto, studia come gestire il tridente pesante con Higuain, Ronaldo e Dybala (o Douglas Costa) con Maurizio Sarri che, dopo la titubanza iniziale, sta aprendo sempre di più la porta a una variante tattica che a inizio anno non lo stuzzicava. Il passaggio al tridente sposta gli equilibri del reparto offensivo del club togliendo spazio a uno dei giocatori finiti nel mirino della critica nel corso delle ultime settimane: Federico Bernardeschi.

BOCCIATO DA SARRI - Le prestazioni dell'ex Fiorentina non sono state all'altezza dei 39,4 milioni di euro spesi per lui ormai due stagioni fa. Bernardeschi sta delude per personalità, ma anche dal punto di vista tecnico-tattico con lo stesso Maurizio Sarri che nel corso dell'ultima conferenza stampa post-Udinese lo ha bacchettato pesantemente: "​​Tiene troppo la palla? Quando un giocatore fa il terzo tocco se potessi andrei via, un po' è frutto dell'abitudine ed un po' gli manca un pizzico di visione".

CHE FUTURO? -
Una critica pesante che alimenta nubi e rumors attorno al proprio futuro. Sì perché se in estate Higuain e Dybala sono stati messi sul mercato alla ricerca di plusvalenze che potessero anche alleggerire la quota ammortamenti, ora anche per Bernardeschi si può ipotizzare una mossa simile. A bilancio, infatti, il valore residuo del suo cartellino pesa ad esempio più di quello di Dybala (23,65 milioni il 30 giugno 2019 contro i 16,5 dell'argentino). Il Liverpool sta osservando e davanti a un'offerta importante la Juventus potrebbe, per la prima volta, iniziare a considerarla.