La Juve arriva all'Old Trafford senza Emre Can, Khedira e Mandzukic. Così Max Allegri fa il punto sulla formazione alla vigilia del match con il Manchester United, delicato match che arriva dopo il primo passo falso stagione.

UNITED - "Bisognerà giocare molto bene tecnicamente per vincere. Hanno tecnica e fisicità, sono una squadra forte e costruita per vincere. Mourinho è un grande allenatore. Servirà una partita giusta, anche per reagire al pareggio col Genoa. Qui le partite non finiscono mai, se la mettiamo sullo scontro fisico pagheremo qualcosa".

DIFESA A TRE - "Difesa a tre, a quattro...servirà partita di grande lucidità. E dovremo essere bravi e precisi con la palla al piede, perché noi non abbiamo arma della palla alta. Continueremo a giocare a quattro, altrimenti ci andiamo a incartare. Domani a centrocampo dovremo essere numericamente almeno pari a loro. Barzagli terzino? Ni, solo con difesa a tre"

MANDZUKIC - "Non avrebbe giocato. Dispiace non averlo qui, come dispiace per Khedira e Emre Can. Non so se giocheremo con tre davanti, senza Mandzukic giocheremo in modo diverso. Infortunio credo di poco conto, rimasto a casa perché dolorante, speriamo di riaverlo il più presto possibile. Come Khedira, tornerà presto anche Emre Can".

POGBA - "Oltre lui troveremo una squadra di giocatori forti. Si affrontano squadre con giovani molto importanti: Martial, Rashford, Pogba da loro, Dybala, Bernardeschi, Cancelo, Bentancur da noi. Sarà test importante per questi giocatori".

PALLE ALTE - "I gol subiti son situazioni diverse. Errori da parte di tutti, bisogna dare più pressione a chi crossa, bisogna marcare meglio in area. Su sei gol sono quattro quelli uguali, sabato col Genoa è successa una cosa strana. Dobbiamo migliorare"

CUADRADO - "Può giocare anche da mezz'ala".

BERNARDESCHI - "Gioca di sicuro? (ride, ndr). Servono dei passaggi per i giocatori giovani per diventare grandi, altrimenti si ritrovano vecchi. Domani ci saranno giovani importanti che potranno diventare grandi a livello internazionale".