75
È il giorno di Moise Kean in casa Juve. Il classe 2000 è stato l’ultimo acquisto del mercato estivo, dopo il debutto da incubo di Napoli e i primi segnali di riscossa a Malmoe, il centravanti si presenta così in conferenza stampa. 


JUVE - “Indossare la maglia bianconera mi ha sempre dato grandi emozioni, tornare qui è stata la scelta giusta. Mi sento molto fortunato, ho avuto la fortuna di conoscere tanti campionati e di sicuro sono tornato con tanta esperienza in più, sono pronto con a dare tanto alla squadra. Everton e Psg sono state grandi esperienze, ho imparato tanto”

GRABBI - "Mi è sempre stato vicino, mi ha dato tanti consigli, è stato anche un padre con grandi consigli e gli sono tanto riconoscente". 

ESPERIENZE - "Cos'è rimasto dentro? Sono state grandi esperienze, ho imparato tantissime cose. Sono molto fortunato, ho imparato tantissime cose nel mondo del calcio. Sono qui per dare una grande mano a una grande società come la Juventus". 

100% - "Nessun peso: sono qui per dare una grande mano alla squadra, è la squadra dove sono cresciuto, ho avuto tantissimi bei momenti. Sono qui per giocare, per il 100%. Mi sento responsabile di indossare la maglia della Juventus e di dare il massimo".

ALLEGRI - "Ho trovato una squadra molto giovane, ma con grande esperienza. E' una cosa positiva. Non siamo partiti col piede giusto, ma la Juve ha grandi obiettivi, sono sicuro che potremo fare grandi risultati e puntare sempre più a grandi obiettivi".

TORNARE - "La Juve è sempre stata nel mio cuore, la mia famiglia, tutti, sempre nel mio cuore. Mi ha dato una grande mano e la possibilità di sfruttare e farmi conoscere. Non mi sono segnato un numero di gol: se ne faccio tanti, è meglio. Sono qui per dare il mio contributo e puntare a tutti gli obiettivi".

GOL - "Il gol al Milan? Serata indimenticabile. Abbiamo fatto un'ottima partita, il passato è il passato. Se viviamo nel passato non andiamo avanti. Domenica ci aspetta una grande partita e daremo il nostro contributo". 

LA PRESENZA DI ALLEGRI - "Il mister è sempre uno che punta sempre in alto, con grandi obiettivi. Mi ha insegnato tante cose, soprattutto quando sono andato via. Ho imparato tantissime cose. Ci darà una grande mano, e farà bene. Ne sono sicuro". 

L'ANNO SCORSO - "C'era una possibilità? Ho sempre avuto la Juve nel cuore. Indossare la maglia è sempre una grande emozione. Ho avuto la possibilità di venire qui, appena c'era non ci ho pensato due volte e ho fatto la scelta giusta".

COSA PUO' DARE - "Quando indossi la maglia della Juve deve sempre uscire sudato, dare il 100% per la squadra, dare un grande risultato. Ora sta a noi...". 

CON IL NAPOLI - "Sabato non sono stato fortunato a respingere la palla fuori dall'area. Ormai l'arbitro ha fischiato: partita finita, puntiamo a fare grandi obiettivi. C'è stata una buona partita a Malmoe. Ci ha dato fiducia per la nuova partita".