29
In questi giorni il calciomercato, in casa Juventus, non è certamente il primo pensiero o il primo argomento di cui si parla in sede, alla Continassa. L'inchiesta Prisma, le dimissioni del presidente Andrea Agnelli e di tutto il Cda e le decisioni che ne stanno conseguendo hanno chiaramente la priorità. Anche su quegli obiettivi che la dirigenza bianconera aveva messo nel mirino nei mesi scorsi, come ad esempio Mykhaylo Mudryk.

SUPER COLPO - Il classe 2001 era uno dei tanti esterni su cui la Juve stava lavorando la scorsa estate, quando cercava calciatori di qualità e dribbling da mettere a disposizione di Massimiliano Allegri. La scelta poi fu per due giocatori più pronti (e meno costosi) come Di Maria e Kostic, anche perché lo Shakthar chiedeva almeno 40/45 milioni di euro per lasciar partire il suo gioiello. Una richiesta che non si è modificata col passare dei mesi e che l'Arsenal è pronto a soddisfare già in vista del mercato di gennaio. I Gunners puntano con decisione su Mudryk e lo vogliono regalare ad Arteta nelle prossime settimane: la Juve, a queste cifre, è tagliata fuori.