251
Una classifica che gli appassionati di calcio guardano di sicuro con curiosità è quella della squadra che vale di più... in soldi. Eccola la classifica: Manchester City primo con 1.182 milioni di euro di valore della rosa. Secondo il Barcellona: i giocatori tutti insieme valgono ad oggi 1.101 milioni. Terzo in classifica il Paris Saint-Germain, in milioni 897. Fuori dal podio la Juventus, 792 milioni il valore complessivo del magazzino giocatori, e il Bayern Monaco che di milioni in giocatori ne vale 764.

Una qualche curiosità la desterà anche la classifica del calciatore che vale di più in soldi. Primo Neymar (milioni 223), secondo Mbappé (milioni 215), terzo Messi (milioni 203). Ma ci sono nello studio e analisi Kpmg Football Benchmark relativo alle otto squadre d'Europa campioni nei rispettivi campionati di sicuro classifiche che gli appassionati e tifosi guardano, se guardano, con distrazione se non noia.

Chi è in testa, primo per ricavi operativi? Per la cronaca, primo qui è il Barcellona. Ma che gli frega al tifoso del ricavo operativo e poi che mai sarà? Chi è in testa per utile netto? Il Paris Saint-Germain. Chi è primo per riempimento stadio? Il Bayern Monaco. E delle otto che hanno vinto i rispettivi campionati chi e quante squadre hanno chiuso il bilancio in attivo e quante in rosso? Qui il risultato è 5 a 3, cinque squadre chiudono in attivo e tre no. Tra queste la Juventus con meno 19 milioni. Peggio di tutti sta il Galatasaray con meno 49 milioni.

Classifica ricavi. Primo il Real Madrid con 742 milioni (Real conteggiato anche se non ha vinto campionato, ma Champions sì). Secondo il Barcellona con 689 milioni. Terzo il Manchester United con 665 milioni (anche qui niente scudetto ma lo studio lo calcola e mette in classifica). Quarto il Bayern Monaco, i milioni di ricavi sono 596. Segue il Manchester City, milioni 568. Poi Paris Saint-Germain, milioni 542. E poi la Juventus, ricavi per 402 milioni. Le cinque squadre campioni che chiudono il bilancio in utile sono Paris Saint-Germain con più 32 milioni, il Bayern con più 22, il Barcellona con più 13, il City con più 12 e il Psv praticamente in pareggio. Juventus, Porto e Galatasaray come si è visto chiudono in rosso.

Non è finita, non sono finite le classifiche dei numeri e dei soldi: la Juventus tra le squadre campioni nazionali e di vertice europeo è di gran lunga quella che maggiormente dipende dalla televisioni che versano nella casse il 50 per cento dei suoi ricavi. Più di ogni altro club dello stesso rango la Juventus vive di diritti televisivi. Sì, va bene, e allora? Allora le classifiche dei soldi, soprattutto quelle noiose, dicono che la Juventus non è poi così ricca, mai sale sul podio europeo, in nessuna specialità dei soldi. Ed ha nella sua struttura una debolezza (che condivide con tutto il calcio italiano): la troppa dipendenza dai diritti tv.

E dicono anche le classifiche dei soldi che una squadra di calcio è un'azienda. Anzi una squadra tanto più vince quanto più è azienda. Anzi una squadra se è azienda vince e se non lo è non vince. Una squadra azienda fa soldi, sta lì, esiste anche per questo. E' la pura realtà documentata da fatti e numeri. Realtà che però risulta ancora incomprensibile a molti se non ai più, quelli che trovano vergognoso o quasi che la proprietà della squadra per cui tifano o simpatizzano pensi soprattutto a fare soldi, quelli che quando la propria squadra vende si sentono traditi, defraudati...

Vincere e fare soldi sono nel calcio l'uovo e la gallina. E il calcio italiano ha come comparto industriale caratteristiche assai simili a quelle dell'economia nazionale, ma su questo non... annoiamoci. Ultimo numero, così sempre e tanto per la cronaca. Quanti sono gli italiani che guardano il calcio in tv senza pagare, insomma piratando le partite? Quattro milioni e seicentomila è la stima. Che su una platea potenziale di 15 milioni non sono bruscolini, fa più o meno il 30 per cento. Gli abbonati Sky, Sky tutto non solo calcio, sono circa cinque milioni. Di Dazn non so. Fate voi conti e confronti.