Commenta per primo
Fabio Paratici, direttore sportivo della Juventus, ha parlato del colpo Cristiano Ronaldo in un'intervista a Record. Ecco le sue dichiarazioni:

TUTTI PIÙ IMPORTANTI - "Cosa è cambiato con Cristiano Ronaldo alla Juventus? La Juventus è un grande club, lo è sempre stato, ma quello che è successo con l'arrivo di Cristiano è che tutti si sono sentiti più importanti, più grandi. Si sentiva più fiducioso nelle sue capacità. E ha anche avuto risultati in allenamento, in quello che i giovani, vedendo cosa fa Cristiano, hanno iniziato a fare. Sono aumentati del 20/30% del loro livello.

IMPATTO - "Impressionante? Senza dubbio. Una migliore formazione, una maggiore concentrazione, più ambizione, insoddisfazione permanente e massima richiesta contribuiscono a rendere chiunque più forte. Quando tutti vedono che il migliore del mondo, direi il migliore nella storia, fa questo lavoro, arriva un'ora prima dell'inizio dell'allenamento e lascia un'ora dopo, come puoi fare un po' meno? Non possono. Ronaldo diventa una sfida per tutti".

MIGLIORE DELLA STORIA - "Penso che per classificare qualcuno come il migliore della storia, dobbiamo guardare i titoli vinti. È molto importante vincere titoli. Dopo tutto, per cosa stai giocando? Se sei molto bravo e alla fine non vinci niente, è difficile essere riconosciuto e, soprattutto, entrare nell'elite dei migliori. Cristiano è indubbiamente colui che ha vinto più titoli nella storia. Sono i numeri che lo dicono".

CHAMPIONS - "La vittoria non è sicura. La Champions è una competizione molto complicata e nel suo ultimo tratto ha giochi molto difficili che vengono decisi da piccoli dettagli. Nulla garantisce che quando hai i migliori giocatori vinci la coppa. Devi essere fortunato".