L'obiettivo della Juventus per il posticipo di questa sera è chiaro: mandare la Roma a meno dieci e vendicare la sconfitta patita all'Olimpico. Massimiliano Allegri sta pianificando il cammino della Juventus nei dettagli: l'edizione odierna di Tuttosport sottolinea l'abilità del tecnico livornese nello studiare a tavolino il cammino della sua squadra fino a giugno. Nonostante un avvio difficile, Allegri aveva sempre manifestato ottimismo e la sua profezia si è avverata: a fine gennaio la Juventus gira a quota 42 punti, due in meno del Napoli capolista.

QUOTA SCUDETTO - Allegri ha presto fatto i conti: la quota scudetto è fissata a quota 82 punti. I bianconeri devono incrementare il bottino dei punti nelle diciotto gare che restano da giocare. Servono, quindi, due condizioni fondamentali: dodici vittorie e sopratutto un Napoli che non spinga sull'acceleratore. 

FATTORE STADIUM - Il calendario potrebbe essere il principale alleato nella lotta scudetto: gli scontri diretti si giocheranno tutti allo Juventus Stadium e nelle ultime sei gare la Juventus avrà il vantaggio di giocarne quattro in casa. Allegri ha già segnato una data in rosso; il 13 febbraio. In quella data arriverà il Napoli allo Stadium e potrebbe arrivare il sorpasso. La Juventus non vuole mollare niente agli avversari: tra coppa Italia, Champions League e campionato l'obiettivo è quello di arrivare in fondo, le avversarie sono avvisate.