Calciomercato.com

Juve-Pogba, un altro brutto colpo che fa riflettere. Ma Paul ha già deciso

Juve-Pogba, un altro brutto colpo che fa riflettere. Ma Paul ha già deciso

  • Nicola Balice
  • 117
Ancora un colpo, un brutto colpo. Questa volta più per Paul Pogba che non per la Juve. Perché ormai Max Allegri e un po' tutti in Continassa avevano definito la modalità di una stagione da concludere proprio come era iniziata e si era sviluppata: senza Pogba. Contando su di lui quando sarebbe stato a disposizione, sapendo che poi di volta in volta sarebbero stati necessari dei pit stop. Poi è andata pure peggio del previsto: due spezzoni, mille aspettative, una gara saltata per motivi disciplinari, tante altre per un infortunio del tutto nuovo. E che Pogba si è procurato tutto da solo: una lesione muscolare rimediata calciando una punizione al termine dell'allenamento di rifinitura pre Juve-Samp. Un brutto colpo, che ha tolto almeno per un po' il sorriso anche a uno che il sorriso non lo perde mai come Pogba. Lo ha fatto capire chiaramente anche al J-Medical dopo gli esami strumentali che hanno sentenziato la lesione muscolare: niente selfie e autografi per una volta. In campo, appuntamento al mese prossimo, ma è la prossima stagione che si avvicina in maniera impietosa e preoccupante. 

TUTTI SCONTENTI – E ora? Ora è il tempo delle riflessioni, anche se sostanzialmente ci sono già state. L'addio non conviene a nessuno, non in questo momento. Anche se è evidente che alla Juve i conti non stiano tornando, si avvicina alla conclusione una stagione da 35 minuti in campo e 8 milioni netti più 2 di bonus spesi solo per l'ingaggio annuale, mitigati dagli effetti del Decreto Crescita: rinunciare a Pogba spingendo magari per una risoluzione contrattuale porterebbe a un ulteriore costo fiscale, senza dimenticare comunque una buonuscita inevitabile per chi ha davanti ancora altri tre anni di contratto pieni. Un segnale in casa Juve se lo aspettano da Pogba, in ogni caso. Anche se proprio il francese il suo segnale pensa di averlo già mandato, ribadendo in tempi non sospetti di non avere alcuna intenzione di cambiare aria, qualunque cosa possa capitare a lui e al club bianconero da qui al termine della stagione. Le riflessioni però sono sempre in atto, ogni evento può pure cambiare il risultato finale degli stessi ragionamenti. Di sicuro Pogba è un caso, che non si chiude mai.

Altre notizie