Francesco Baldini, tecnico della Juventus Primavera analizza la vittoria contro la Sampdoria nel primo match di campionato: “Noi giochiamo tutte le partite per vincere, è quasi impossibile ma questa è la mentalità che voglio vedere dai ragazzi. Quello che abbiamo visto nel primo tempo è questo che voglio. Terzini che spingono, mezzali che si inseriscono, continui cambi di ruoli. La cosa che salta all’occhio è che abbiamo sempre cercato di fare la partita."

MORENO - "Non mi piacciono i moduli, ho un concetto diverso di calcio, ho un concetto di non ruolo. Penso che nel futuro i calciatori dovranno adattarsi a fare tutto. Mi piace parlare di attacco di spazi più che di ruoli. Lui viene dal Barcellona e gli insegnao questo da quando hanno 6 anni. Non saprei dire il suo ruolo. Può fare la prima punta, la mezzala, il trequartista o l’esterno d’attacco. Oggi si è scambiato posizione con i compagni. Sarebbe un peccato ingabbiarlo in un ruolo. Se lui si muove in un modo altri devono muoversi in un altro modo, è una richiesta di concentrazione totale per la squadra, ci stiamo lavorando da due mesi e continueremo a farlo."
SCUDETTO - "Non lo so, quando una squadra ha fame di vittorie e costruisce calcio per vincere si può trovare in posizioni che sogna. Non pongo limiti, gioco per vincere sempre. Di Francesco out? Scelta disciplinare. Non ha fatto nulla di che, è arrivato in ritardo a un allenamento ma non può succedere. Quest’anno ci sono delle regole, non so se sia cambiato qualcosa. E’ pronto per la Champions League. Alla Juve non si può fare neanche un minuto di ritardo. I ragazzi hanno una grande opportunità e voglio che la sfruttino."

FAGIOLI - "In questo momento è una gestione della società. Ha fatto una cosa importantissima ovvero il ritiro con la prima squadra questa estate. Sta continuando ad allenarsi in prima squadra ed ha già fatto una partita in Under 23. Fagioli è un talento e come tale la società avrà massima concentrazione sulla sua gestione.”