Ci sono trattative semplici, quasi automatiche. E altre che anche quando sembrano ormai, faticosamente, giunte in dirittura d'arrivo riservano ancora sorprese. Quelle tra la coppia Mino Raiola-Moise Kean e la Juve appartengono sicuramente alla seconda categoria. Per un motivo o per l'altro, la firma sul primo contratto da professionista ha avuto bisogno di una trattativa lunga quasi due anni. Il rinnovo è argomento di discussione da una stagione intera. E ora che l'intesa sembrava raggiunta già da qualche settimana, con prolungamento fino al 2024 e ricco adeguamento dell'ingaggio (da 2 milioni netti a crescere), non mancano le novità.

L'OFFERTA – Continui i contatti in questi giorni con Raiola, c'è l'operazione legata a Matthjis de Ligt al centro dei pensieri della Juve. Ma con l'agente proprio ieri si è parlato a lungo anche di Kean. Alla società bianconera non è piaciuto per nulla il caso disciplinare esploso in Nazionale, non il primo che capita soprattutto quando Kean si allontana dal 'controllo' juventino. E pure quella firma che tarda ad arrivare non è che faccia impazzire il club. Il rinnovo in ogni caso non è in discussione. Ma c'è altro di cui parlare. Prima o dopo il prolungamento del contratto, infatti, potrebbe esserci anche spazio per una cessione: Kean vuole spazio, vuole un ruolo importante. Quello che gli garantirebbero diverse società in giro per l'Europa. Ieri Raiola ha ribadito il forte interesse in arrivo dalla Premier, c'è l'Everton pronto a rilanciare la prima offerta da 30 milioni di euro in caso di apertura, anche l'Ajax lo accoglierebbe a braccia aperte pur avendo sistemato l'attacco con Promes. Assalti registrati dalla Juve, Kean non è incedibile ma servirà un'offerta realmente ritenuta irrinunciabile.

GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. 
Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com