Questione di maledizione. Quella della Juve, semplicemente, è stata più grande anche dell'immensità di Cristiano Ronaldo. E allora, lì, cosa vuoi dire? Puoi soltanto raccontare i numeri di un fenomeno, che anche a mezzo servizio si è rivelato tale. CR7 non è bastato. E' stato inghiottito dalla stessa squadra che ha fatto fuori i campioni d'Europa, quell'Ajax che aveva spento le speranze dei vecchi amici del Real Madrid. Eppure, Cristiano ha fatto il suo. Segnando. Ancora una volta. 27 reti di testa nella competizione, addirittura 127 gol in Champions: era dal 2010 che non mancava l'appuntamento con la semifinale. E nelle sfide di eliminazione diretta sono 65 reti in 70 gare. Solo nei quarti, 42 gol. E allora, lì, cosa vuoi dire? Che questa squadra non è stata all'altezza del suo Re.