66

Sembrano distanti anni luce i giorni in cui il mercato della Juve era virtualmente chiuso. La cessione di Vidal al Bayern Monaco ha riportato in superficie tutti quei movimenti sommersi per i quali stavano lavorando Marotta e Paratici. La priorità è legata al trequartista, con Draxler ancora distante dieci milioni al momento del rientro del ds juventino in Italia: quelli che separano l'offerta Juve di 25 dalla richiesta dello Schalke di 35. Tutto il resto andrà di conseguenza, sia il secondo alfiere da regalare ad Allegri per completare la rosa dalla cintola in su, che per l'esterno dalle spiccate doti offensive richiesto dal tecnico. Una situazione, quella del terzino, attualmente bloccata su due lati: quello in uscita che aspetta ancora l'offerta giusta per Isla, quello in entrata sulla pista che porta ad Alex Sandro. Il brasiliano del Porto in scadenza nel 2016 è nel mirino della Juve da tempo, l'intenzione della dirigenza bianconera è quello di metterlo subito a disposizione di Allegri anche a costo di investire una somma di circa 10-12 milioni: ma fino a quando il Porto continuerà a non muoversi dalla richiesta di oltre 20 milioni, la trattativa è destinata a rimanere bloccata. Ecco perché Marotta e Paratici, forti di un'intesa con l'entourage del giocatore per portarlo a Torino nella peggiore delle ipotesi la prossima stagione, ora stanno valutando con sempre più attenzione altri profili. Se da un lato prende quota l'ipotesi Siqueira, sul fronte tedesco in queste ore Paratici è tornato a sondare un altro profilo già seguito negli scorsi mesi: quello di Marcel Schmelzer.

SOLUZIONE LOW COST – L'esterno del Borussia Dortmund, classe '88, è in scadenza di contratto al 30 giugno 2017, ma a differenza di Alex Sandro ha un cartellino che può essere acquistato ad una cifra decisamente più bassa. La valutazione della società tedesca infatti si aggira attorno ai 7 milioni di euro, un costo che rende questa soluzione decisamente alla portata della Juve considerando anche come non sia un giocatore ritenuto incedibile dal Dortmund. Motivo per cui è alta la concorrenza, tra le altre anche della Roma. In attesa che da Porto arrivino segnali più incoraggianti, la Juve si è quindi tutelata ottenendo la disponibilità della società giallonera a trattare una volta trovato l'accordo con il giocatore, il cui ingaggio si aggira attorno ai 2 milioni di euro e per il quale la dirigenza bianconera sarebbe pronta a mettere sul piatto un contratto triennale.

Nicola Balice
@NicolaBalice