120
Il vero Ronaldo è lontano. Sbuffa, si arrabbia, sembra un separato in casa. E non fa più gol. In questa pazza corsa Champions, la Juventus ha bisogno più che mai della sua stella, al momento offuscata. Pirlo, però, può sorridere in vista della sfida contro l'Udinese, perché torna il giocatore che meglio si espresso in questa stagione, dimostrando di poterci stare eccome nel calcio dei grandi: Federico Chiesa

CAMBIA RITMO - Unico a cambiare ritmo in una Juventus che va sempre allo stesso passo, unico a strappare il campo e squarciare gli avversari: in Italia e in Europa ha fatto vedere di cosa è capace, facendosi vedere pronto per trascinare la Juve nel presente e nel futuro. Dopo due partite saltate, Chiesa è pronto a fare il suo rientro. Per dire la sua nella rincorsa Champions. 8 gol in Serie A e 9 assist, 4 reti in Champions più un assist, un gol e un assist in coppa Italia, in attesa della finale con l'Atalanta. Futuro sì, ma anche presente. 

 I COSTI - Presente e futuro. La Juventus, in estate, ha investito tanto per il classe '97 arrivato dalla Fiorentina: 10 milioni per il prestito biennale, più il riscatto fissato a 40 milioni di euro, ai quali possono venir aggiunti ulteriori 10 milioni di euro al raggiungimento di determinati obiettivi. Obiettivi che Chiesa vuole raggiungere, come la Champions. Non da vincere, ma da inseguire per qualificarsi. Con un Ronaldo spento, Chiesa può essere la scossa elettrica in grado di risvegliare la Juventus.