422
"Oggi, 7 luglio parliamo dei numeri 7 degli ultimi 20 anni alla Juve e del settimo che indosserà questa maglia. Qual è il tuo preferito?". Così si è espresso il profilo ufficiale della Juventus sulla piattaforma Weibo, il Facebook cinese, facendo pregustare a tutti i tifosi l'annuncio di Cristiano Ronaldo in bianconero.

GAFFE VOLUTA? DALLA SPAGNA SONO SICURI - Sul profilo Weibo, social network asiatico più famoso del mondo, è apparso questo video che celebra nel giorno del 7 luglio (07/07) i numeri 7 della Juve: nel video ci sono i sei giocatori che hanno indossato la maglia dal 1995, ma i tifosi aspettano con impazienza il settimo, dato che arrivando fino a Cuadrado, i giocatori sono sei. Nuovo indizio che confermerebbe il prossimo arrivo di CR7 in bianconero: nel filmato compaiono i nomi di Pessotto, Di Livio, Salihamidzic, Pepe, Zaza e Cuadrado per poi interrompersi bruscamente.
IL WEB IMPAZZISCE - Un paio di minuti per creare un tam tam su web, un paio di minuti prima di cancellarlo. Un indizio, anzi qualcosa di più: i tifosi sperano, la Juve manda qualche segnale, anche con questa gaffe... Dalla Spagna nel frattempo affermano che Cristiano Ronaldo sarà ufficialmente un nuovo giocatore della Juventus entro breve tempo: potrebbe essere annunciato già oggi per poi essere presentato venerdì prossimo. 

L'INDIZIO DELLA MAGLIA - L'ultimo indizio, secondo quanto riportato da Fox, arriva da un ragazzo spagnolo che entrando nello store ufficiale del Real Madrid per comprare la nuova maglia dei Blancos ha notato che non vengono più esposte quelle con il nome di Cristiano Ronaldo. Per avere la maglia numero 7 è obbligatorio chiedere la stampa alla cassa: è davvero strano non vedere in bella vista il numero del giocatore più rappresentativo della squadra quando in tutto il negozio c'è ancora persino la foto di Zinedine Zidane che ha lasciato il club il mese scorso. Un indizio forse non decisivo ma significativo, visto che capitò già quando James Rodriguez venne ceduto al Bayern. Quest'aspetto è poi da accomunare al silenzio registrato ieri nei negozi ufficiali della Juventus nella città di Torino: "Al momento non possiamo parlare".