20
MAROTTA UFFICIALIZZA IL RINNOVO DI POGBA - Nel corso dell'assemblea degli azionisti della Juventus, ha preso la parola anche l'amministratore delegato bianconero Beppe Marotta, che ha dichiarato: "E' ufficiale, abbiamo sottoscritto il rinnovo con Pogba fino al 2019".

MAROTTA ANCORA SU RINNOVI, GIOVANI, MERCATO E MORATA - "La Juventus ha 6 giocatori che andranno in scadenza a fine anno. Tutti sono professionisti di grande valore umano, il nostro condizionamento è relativo a valori anagrafici, con tutti abbiamo iniziato azioni di confronto. Si tratta di 6 professionisti e mi auguro di poter dare quanto prima una soluzione. Abbiamo 64 giocatori in prestito, quasi tutti di chiaro interesse. Vi elenco i 10 tesserati da società di Serie A: Berardi, Boakye, Gabbiadini, Leali, Magnusson, Rosseti, Rugani, Sorensen, Spinazzola, Sturaro. Mercato di gennaio? Oggi è ancora difficile, valuteremo dove saremo come Europa e campionato. Non credo che ci siano giocatori per poter fare il salto. Con Martinez abbiamo rinnovato perché il giocatore si è decurtato il 50% dello stipendio. Quelli che erano i nostri obiettivi li abbiamo raggiunti tutti in un mondo in cui tutti parlano, siamo in un mondo mediaticamente completo e tutto viene fuori immediatamente. Questione diritto di ricompra: esiste solo in trattative con società straniere, tra società italiane non esiste ancora. Per Morata sarà poi indispensabile il volere anche del giocatore. Per Zaza c'è un ottimo rapporto di collaborazione e nel momento in cui dovesse interessarci ci sarà modo di parlarne. Il rapporto col Genoa a livello politico non è al massimo, ma dobbiamo valutare il valore del giocatore, parlando di Sturaro. Della vicenda Conte posso dire che la risoluzione è stata consensuale. Il mercato nel mondo del calcio è anomale e dobbiamo adeguarci. Evra è stato un acquisto contenuto, è un giocatore abituato a vincere e questo è un fattore importante".

Poi Marotta parla anche in conferenza stampa, sui giocatori in scadenza: "Dobbiamo rispettare un programma delle stagioni future, analizzando caso per caso. Di conseguenza oggi è prematuro quali sono i promossi e i bocciati, stiamo vivendo una stagione importante, vedremo... dico solo che i giocatori in scadenza sono professionisti seri Chiellini, Storari, Giovinco, Lichsteiner". 
E sullo stato di salute della squadra: "Credo che ci sia scetticismo intorno alla squadra. Stiamo partecipando a campionato, Champions, Coppa Italia e Supercoppa. In campionato 7 partite e 19 punti, molte poche critiche. In Champions ci sono delle componenti e continuo a notare che il nostro campionato è il più stressante. Quando vai a Sassuolo devi lottare per vincere, cosa che non esiste in nessun altro campionato. La dimostrazione è il Bayern che vince facile in Bundesliga. La seconda osservazione è che le squadre si preparano in modo totale per la Champions, vedi l’Olimpiacos che vive un campionato dove non ci sono stress. E anche lì abbiamo perso di misura sbagliando molti gol. Cerchiamo di essere realisti: possiamo fare molto meglio e questo deve entrare nelle nostre teste, se una partita la giochi solo negli ultimi 45 minuti devi farti delle domande, ma la classifica del girone rimane aperta".

Sul mercato di gennaio: "Gennaio è lontano. Abbiamo lavorato centrando gli obiettivo che volevamo centrare. Un’età media di 26 anni e 26 elementi. Non dobbiamo riparare a nulla, dobbiamo stare attenti a eventuali infortuni e in quel caso dovremmo guardarci attorno". 

Sul contratto di Pogba: "Non ci sono clausole rescissorie. E’ il solito contratto con una base fissa".  
 

Sulle polemiche post Juve-Roma: "Basta Juve-Roma. Come ha detto Garcia: il campo dice sempre la verità".  

Sulla moviola in campo: "Ho la stessa idea di Platini: sarebbe la fine del calcio. Chi è il moviolista? Come si fanno a capire episodi legati a dinamiche di forza o appoggio del piede o urto o pressione. E come si fa a interrompere in continuazione il gioco? Noi siamo per la tecnologia ma la moviola porterebbe alla fine del calcio".