46
Ieri José Mourinho aveva dichiarato: "Lo scorso anno il Chelsea non ha fatto una buona stagione. Hanno avuto problemi a qualificarsi in Champions League e si sono ritrovati a giocare l'Europa League con una squadra costruita per altri obiettivi. Sono contrario alla 'retrocessione' dei club dalla Champions all'Europa League perché i club che giocano in quest'ultima competizione sono penalizzati". 

L'ANATEMA DI MOURINHO - Mourinho poi aveva esteso il discorso, prendendo ad esempio la Juventus: "In Europa League ci sono club da Champions League come Juventus, Porto, Benfica. Se la Juve alla fine dovesse arrivare a vincere l'Europa League non sarebbe un vero successo per me, perché quella è una squadra costruita per la Champions League".

OGGI IL CHELSEA PERDE CON IL CRYSTAL PALACE - Oggi il tecnico dei Blues, con una squadra costruita per vincere la Premier League e la Champions League (come potrebbe essere altrimenti, dopo che il Chelsea, nelle due stagioni precedenti, ha vinto Champions ed Europa League, con Di Matteo e Benitez in panchina?), ha perso per 1-0 sul campo del Crystal Palace, sedicesimo in classifica in Premier League con 31 punti, meno della metà dei 69 dello squadrone guidato dallo Special One.
BAGNO DI UMILTA' E IMPORTANZA DELL'EUROPA LEAGUE PER LA JUVE - Un bel bagno di umiltà per Mourinho, che forse dovrebbe pensare meno a guardare in casa degli altri e più ai risultati della sua squadra, costruita per vincere tutto. Per quanto riguarda la Juventus, è chiaro che l'obiettivo stagionale europeo era quello di eguagliare almeno i quarti di finale di Champions raggiunti nella scorsa stagione, obiettivo comunque suborditato alla conquista del terzo scudetto di fila, che la società ha dichiarato a chiare lettere come traguardo prioritario fin dall'inizio della stagione, prima ancora dell'eliminazione dalla Champions. Ma un successo in Europa League, per una società che solo otto anni fa è stata annientata, che nel frattempo ha raccolto anche due settimi posti, e che non vince una coppa europea dalla stagione 1996-97, la Supercoppa Europea (se si eccettua l'Intertoto del 1999), sarebbe un grandissimo successo. E non sarà per niente facile conquistarlo, nonostante l'eventuale finale in casa e le rivali rimaste in campo facciano della Juve una delle favorite per la vittoria finale (insieme a Valencia, Porto e Benfica).

E POI C'E' QUEL NO PER POGBA... - A guardar bene, viene anche il sospetto che questo livore da parte di José Mourinho nei confronti della Juventus possa anche avere un'altra origine: il no secco che la società bianconera di recente ha opposto al Chelsea per Paul Pogba...