214
De Ligt, la risposta a Real Madrid e Barcellona! Stavolta ci siamo veramente. Manca davvero pochissimo ormai all’approdo in bianconero di Matthijs De Ligt, indiscutibilmente il “colpo” di questa sessione di mercato, senza se senza ma. Davvero un grandissimo acquisto. Un segnale, forte, inequivocabile a tutta la concorrenza che la Juventus non è assolutamente stanca di vincere e non ha ancora minimamente saziato la propria fame di successi. Anzi. L’arrivo del fortissimo difensore olandese è la migliore risposta possibile dei bianconeri ai colpi di Hazard e Griezmann messi a segno dalle due più grandi spagnole, Real Madrid e Barcellona, per riprendersi quello scettro internazionale perso quest’anno a vantaggio della Premier League. Con questo (da un punto di vista economico) pesantissimo investimento è chiaro che la Juventus vuole sfruttare sino in fondo Cristiano Ronaldo e i suoi ultimi anni di carriera a grandi livelli cavalcando la rivoluzione tattica che si è resa necessaria dopo l’allontanamento non più procrastinabile di Allegri. Un “all in” a tutti gli effetti. Con l’arrivo del leader difensivo olandese, che segue gli acquisti di Ramsey, Luca Pellegrini, Rabiot e Demiral oltre che i ritorni di Buffon e Higuain (a breve termine?), la Vecchia Signora esce fortemente rinforzata da questa prima parte di mercato, soprattutto da un punto di vista di mentalità ed esperienza internazionale. È innegabile che la Juventus sta alzando l’asticella qualitativa per avere sempre più chance nella conquista della Champions League, obiettivo primario ormai nemmeno più (giustamente) nascosto. 
 
Per Barella, Sensi e Manolas bastava Romero - Perché diciamolo chiaramente, pur applaudendo la volontà delle avversarie italiane di provare a colmare il gap per riportare un minimo di competizione al torneo nazionale, adoggi per rispondere ai colpi tanto celebrati della nuova Inter di Conte (Sensi e Barella) o a quelli del Napoli dell’Ancelotti bis (Manolas e Di Lorenzo) invece di forzare con il capitano dell’Ajax sarebbe bastato anticipare l’arrivo di Romero a Torino, senza lasciarlo parcheggiato per un altro anno a Genova sponda rossoblù. L’acquisto imminente di De Ligt ha un impatto devastante sul campionato italiano che potrebbe portare a delle ripercussioni assai simili a quelle successive all’arrivo di Cristiano Ronaldo l’anno passato ovvero togliere da subito le speranze di scudetto alle avversarie, ancor prima di iniziare il torneo. La nuova Juve di Sarri si sta assemblando sempre più, pezzo dopo pezzo, e sta venendo fuori una vera corazzata. Ora saranno sicuramente indispensabili delle cessioni per far rientrare almeno parzialmente i conti, ma l’impressione vivissima è che la rosa messa a disposizione dell’ex tecnico del Chelsea sia un’assoluta fuoriserie, inarrivabile in Italia nel breve tempo e sicuramente tra le prime 5 in Europa. De Ligt è uno che gli equilibri li sposta per davvero… 

@stefanodiscreti