158
Finalmente vittoria. Stavolta è la Juventus a fare meglio dell’ex Cristiano Ronaldo. Nonostante l’ennesimo gol del fenomeno portoghese infatti il Manchester United cade clamorosamente in casa dello Young Boys in Svizzera mentre la Vecchia Signora rispetta in pieno i pronostici della vigilia ed esordisce in Champions League in Svezia contro il Malmoe con una prova più che convincente e un risultato a senso unico che non ammette repliche. 

Finalmente è arrivata la prima (tanto attesa) vittoria stagionale, il primo (di una lunga serie, si spera) successo della nuova era di Massimiliano Allegri sulla panchina bianconera. D’accordo gli svedesi non sono l’avversario più ostico possibile che si potesse incontrare in Champions, ma il momento della squadra e il livello di difficoltà della competizione dove non esistono più gare facili e scontate in partenza (i risultati delle altre sfide dei gironi lo confermano) fanno apprezzare questi tre punti fondamentali che dopo un avvio di stagione davvero negativo concedono un’importante boccata d’ossigeno per i bianconeri, in versione total black per l’occasione.

I gol di Alex Sandro, Dybala su rigore e Morata hanno determinato il punteggio finale di una gara che già nel corso del primo tempo era stata ampiamente indirizzata. Nella ripresa il ritmo della Juve si è chiaramente abbassato, facendo anche arrabbiare Allegri in alcune circostanze per alcuni cali di tensione, ma l’esito della sfida non è mai stato in discussione.

Nell’altra partita del gruppo H invece il Chelsea ha sofferto più del previsto per avere la meglio dello Zenit San Pietroburgo. E’ servito il gol dell’ex idolo interista Romelu Lukaku per sbloccare un incontro che per oltre un’ora era rimasto fermo sullo 0 a 0, nella serata in cui Ceferin ha premiato Jorginho come miglior giocatore della scorsa stagione. Alla fine del primo turno arriva quindi l’inevitabile conferma che saranno proprio i campioni in carica del torneo ad essere l’avversario numero uno della Juventus nel girone, soprattutto per l’ottenimento del primo posto.
Da evidenziare la prestazione di Dybala, un’iniezione di fiducia importante per lui e per tutta la squadra in vista dell’importantissima prossima partita di campionato contro il Milan. Finalmente una serata tranquilla in casa bianconera, il modo migliore in assoluto per prepararsi per la sfida contro la compagine di Pioli dove la formazione di Allegri dovrà necessariamente confermare di aver imboccato la via giusta della guarigione.

Era dal 2 marzo scorso (vittoria per 3 a 0 contro lo Spezia) che la squadra juventina non terminava una gara ufficiale senza subire gol. Un segnale fondamentale questo soprattutto per il momento difficile che sta attraversando Szczesny, ancora una volta confermato titolare tra i pali da Allegri. La vittoria contro il Malmoe è un antipasto importante ora però serve passare alle portate più sostanziose e prelibate. 

@stefanodiscreti