Calciomercato.com

Juvemania: Guida, Irrati e i precedenti sfavorevoli. Quella volta che Marotta disse...

Juvemania: Guida, Irrati e i precedenti sfavorevoli. Quella volta che Marotta disse...

  • Marcello Chirico
  • 77
A - 3 giorni da Juve-Inter sappiamo chi la dirigerà: Guida in campo, Irrati al Var. Marco Guida di Torre Annuziata è l'arbitro che venne rincorso in campo da Antonio Conte dopo un rigore non concesso in Juve-Genoa per fallo di mano di Granqvist, partita terminata poi in parità.

"Non me la sono sentita" fu la giustificazione di Guida che mandò su tutte le furie la Juve. Marotta, allora dg bianconero, disse: "Da napoletano Guida ha evidenti problemi ad arbitrare la Juventus". Era il 2013 e il Var non era stato ancora introdotto, e la regola sul fallo di mano era meno rigida (e pasticciata) di quella attuale.

Massimiliano Irrati da Lamporecchio sarà invece al VAR, dove viene considerato il più bravo in assoluto. Gli juventini se lo ricordano, però, proprio per l'ultimo Derby d'Italia di campionato diretto dall'arbitro toscano, quello del 2022 e terminato con la vittoria dell'Inter grazie ad un rigore prima parato da Szczesny e poi fatto ribattere, ovviamente tra mille polemiche. Che aumentarono esponenzialmente per un episodio successivo, per un pestone di Bastoni a Zakaria. Il classico "step on foot" che, ci hanno detto, viene punito sempre. E lo fu pure quella volta, ma con un calcio di punizione dal limite e non col rigore, nonostante il pestone fosse avvenuto sulla linea dell'area (quindi dentro).

Al Var impiegano 5 minuti per prender una decisione (sbagliata) perché - si giustificarono in seguito - non avevano a disposizione immagini abbastanza chiara. La solita scusa che va bene per tutte le stagioni. Ricordate Juve-Salernitana o, di recente, Genoa-Milan. Insomma, Guida e Irrati. Precedenti non confortanti per la Juventus in vista di una partita, come ha ammesso pure l'ex arbitro Calvarese, difficile da arbitrare, probabilmente "la peggiore di tutti" perché tutti sono schierati e non si può sbagliare. Nonostante il designatore Rocchi abbia detto proprio in settimana che l'errore fa parte del gioco e che sono in Italia si fa casino, mentre questo all'estero non avviene.

Ma non è vero, perché proprio nella Premier da lui citata si è aperto il dibattitto se mantenere o togliere il Var. Perché certe decisioni non sono piaciute nemmeno lì. Rocchi ha detto pure di volere varisti spietati. Una
spietatezza che, finora, ha fatto solo danni, vedi l'ultimo in Lecce-Milan.

Spietatezza che, ad oggi, ha decretato 8 on field review per l'Inter e 1 sola a favore della Juventus, 6 rigore per l'Inter e solo 2 per la Juve, 33 cartellini gialli per la Juve e 15 per l'Inter. Qualcuno ad Appiano avrebbe invitato Rocchi a "migliorare lo score". Leggendo queste statistiche torna però sempre in mente il mantra dell'ex presidente Carraro negli anni calciopolari: "Per carità, non si sbagli a favore della Juventus!". Auguriamoci che domenica sera non si sbagli a favore di nessuno.

Altre notizie