67
IMPRESA - Nessuno alla vigilia pensava che la Juventus potesse fare a Manchester l'impresa. Io, lo confesso, avrei firmato alla vigilia per un pareggio. Perfino per una sconfitta di misura. Invece alla quinta ufficiale, Allegri ha azzeccato la formazione. Nel senso che Hernanes regista ha una logica. E fa avere una logica alla squadra. Mi sta stupendo Cuadrado. Non per le sue qualità , conosciute, ma per l'applicazione tattica. La Juventus parte dalla classe immensa di Gigi Buffon (incredibile anche in Europa). Io da alcune considerazioni. 
 
LA ROSA - Avere una rosa ampia non significa ruotare i giocatori come birilli.  Allegri ha dato fiducia a uomini esperti. E questo lo avrebbero fatto tutti. Ma ha osato il 4-3-3 e questo non tutti l'avrebbero fatto. Insista.  
 
I GOL - Aveva segnato Pogba. Rete vanificata dalla generosità di Morata. Ha fatto autorete Chiellini: ma la carica subita è evidente e non si capisce per quale motivo l'arbitro non abbia annullato il punto al City. Ha segnato Mandzukic a testimonianza che il croato non è un fenomeno ma che tu devi solo buttarla nei pressi dell'area: lui realizza. Poi ha segnato Morata (rete bellissima), a conferma che con l'Europa l'ex Real ha un feeling speciale. I due attaccanti mi sono piaciuti anche per il lavoro di sacrificio fatto sui portatori di palla avversari. 
 
Il GIOCO - Il gioco è tuttavia altra cosa. Ma la Juve ha battuto un colpo pesante. E aver rimontato e addirittura vinto dopo essere andata in svantaggio fa ben sperare per il futuro. La Dea ha tolto al City il suo fromboliere Aguero, ma sempre la Dea ha fermato Marchisio e Khedira. Tanta roba.
 
ALLEGRI - Ora Allegri faccia il fenomeno. Per il gusto di sperimentare. Lavori su questo undici. Lasci stare il futuro. Faccia l'allenatore, non il programmatore. La Juve cominci a vincere e a convincere anche in campionato. La base devono essere gli undici che hanno compiuto l'impresa a Manchester. Certo spiace (a me almeno) vedere in panca Dybala. Ma in certe situazioni serve che tutti si votino alla causa. Una gara non fa primavera. Ma certe gare, giocate col piglio che la Juventus ha avuto a Manchester, ti portano direttamente in estate. La mia valutazione è: godersi – come è giusto – il successo, ma poca esaltazione. Il lavoro da fare è tanto. Magari con Hernanes stabilmente in quella posizione e senza il trequartista (che Hernanes non è) e che la Juventus non ha. Si può vincere e giocare bene anche  rinunciando al rombo. Allegri se ne convinca. Forse lo ha già fatto. 
 
RISPOSTE AI LETTORI
 
A 26 PITBULL: penso anche io che il 4-3-3 (o al massimo il 4-2-3-1) siano i moduli possibili per la tipologia dei giocatori della Juventus .  
 
A ANDREA THE ORIGINAL: Umiltà, certo . Ma anche una formazione, non dieci diverse in cerca dell'Araba Fenice. Una: l'allenatore stabilisca delle gerarchie.
 
A VICHINGO BIANCONERO: Sì, azzardare Marchisio è stato imprudente.  
A OCRAM BIANCONERO: Quanto lei espone è una possibilità. Io preferisco il 4-3-3. Ma il 4-2-3-1 consentirebbe di avere Pogba e Lemina a  due davanti alla difesa e Hernanes vertice alto con Cuadrado e  Dybala (o Pereyra) ai lati . Ma l'importante è che Allegri scelga un undici e insista su quello.