E’ sempre calciomercato. Nonostante la sessione di “riparazione” si sia chiusa in via ufficiale solo da pochi giorni le trattative che fanno sognare e spaventare i tifosi non vanno mai in letargo, nemmeno adesso che il ritorno della Champions League, il calcio vero che conta, si fa sempre più ravvicinato.
 
SOS DYBALA - Mancano ormai poco più di 10 giorni alla durissima trasferta di Madrid contro l’Atletico di Simeone e la Juventus di Allegri sembra non arrivarci nel migliore dei modi. Ma cambiare il corso di una stagione è un attimo e quindi non ci stupiremmo di vedere una Vecchia Signora al Top alla ripartenza della Champions. Di certo, se c’è un giocatore che va recuperato e al più presto (subito!) quello è sicuramente Dybala. Il suo rendimento, purtroppo, quest’anno è risultato fortemente sotto le previsioni, soprattutto in Italia. Non solo colpa del giocatore, chiaro. La posizione che occupa stabilmente in campo ne limita fortemente la pericolosità sotto porta, però un calciatore del suo talento dovrebbe comunque ritagliarsi sempre un ruolo di primo piano, perché la differenza che passa tra un campione ed un fenomeno è proprio quella. Imporsi sempre e comunque, a prescindere. Sassuolo e Frosinone le prossime due avversarie che potrebbero rilanciare fortemente la candidatura de la Joya. Nel frattempo, come anticipato a inizio pezzo, un’indiscrezione di mercato che arriva dalla Spagna è destinata a tenere banco per lungo tempo e scuotere la tranquillità del talento argentino. E’ Don Balon a rilanciare il presunto interesse del Real Madrid verso il numero 10 della Juventus.
 
ISCO PIU' 60 MILIONI? -  Secondo la rivista sportiva spagnola, il presidente delle merengues sarebbe ora pronto a sacrificare Isco, addirittura insieme ad un corposo conguaglio economico di oltre 60 milioni di euro. Evidentemente il feeling mai nato tra il trequartista spagnolo e l’allenatore Solari potrebbe condizionare fortemente il futuro mercato del Real Madrid, sempre che il mister argentino resti sulla panchina dei blancos anche il prossimo anno; cosa non scontata, anzi. Non solo Real Madrid, ma anche Bayern Monaco, Manchester United e Liverpool, sempre secondo Don Balon, sarebbero fortemente interessate ad acquisire il cartellino del numero 10 bianconero, nonostante la stagione non brillantissima disputata sino ad ora. Di certo, un’offerta per Dybala che oggi appare esagerata e poco realistica (60 milioni più Isco), se diventasse veritiera nella prossima sessione di calciomercato, potrebbe far vacillare fortemente la dirigenza bianconera, ancor più se decidesse anche l’anno prossimo di proseguire con la conduzione tecnica di Allegri in panchina. E’ innegabile, che per il modo di giocare del tecnico toscano, sarebbe assai molto più naturale schierare in squadra un trequartista di ruolo alla Isco piuttosto che costringere a giocare a 40 metri dalla porta avversaria, snaturandolo, un attaccante come Dybala. I prossimi mesi, ma anche forse solo le prossime settimane potranno essere decisive sia per la permanenza sulla panchina della Juventus di Allegri che per quella in campo di Dybala. L’impressione per chi scrive è che difficilmente l’anno prossimo entrambi rimarranno ancora insieme alla Juve. O uno o l’altro. O forse nessuno dei due.


@stefanodiscreti