112
Il 2021 va in archivio
 
La Juventus di Massimiliano Allegri rispetta in pieno i favori del pronostico della vigilia e batte il Cagliari di Mazzarri per 2 reti a 0, chiudendo il 2021 nel miglior modo possibile.
Peccato davvero non aver ottenuto il “filotto” di Dicembre per i 2 punti persi a Venezia che rischiano di pesare in maniera importante alla lunga distanza.
Con l’Atalanta ancora senza vittoria per la seconda gara consecutiva, il quarto posto si è avvicinato a “soli” 4 punti; a conferma questo che basta davvero poco alla Vecchia Signora per rientrare nella zona Champions.
Pur senza mostrare un gioco spettacolare né situazioni tecnico/tattiche di livello e con un rendimento stagionale in serie A assolutamente negativo, la formazione bianconera è lì, attaccata alle prime posizioni.
Sarebbe bastata solo un po’ più di attenzione (vedi Venezia) per essere in corsa ancora addirittura per lo scudetto.
 
Bernardeschi protagonista
 
Contro il Cagliari la formazione juventina è stata trascinata da Bernardeschi, sempre più recuperato dopo l'Europeo vinto da protagonista con l'Italia di Mancini.
Il calciatore, tanto fischiato e contestato negli anni passati, sembra finalmente essersi messo alle spalle il deprimente periodo precedente.
Assist fortunoso e casuale in occasione del gol di Kean nel primo tempo, sinistro chirurgico di rara precisione a chiudere la partita nel finale della seconda frazione di gioco (gol ritrovato in maglia bianconera dopo oltre un anno e mezzo).
Nel mezzo, due occasioni clamorose per il Cagliari che avrebbero potuto addirittura riaprire la sfida. 
Con tutte le difficoltà manifestate dalla squadra sarda a fare gioco nel corso della stagione viene davvero difficile capire come la Juve abbia potuto concedere queste grandi opportunità per fare goal.
 
Buon Natale
 
Con la vittoria netta sulla compagine cagliaritana la società bianconera adesso può finalmente concentrarsi per lo scambio dei regali natalizi.
E chissà, magari anche provare un colpo di mercato a sorpresa, al momento della prossima riapertura della campagna trasferimenti.
Aver chiuso un anno difficile come il 2021 con il sorriso e la felicità è davvero un bel segnale che fa ben sperare per il futuro. Questa rosa non può stare fuori dalle prime 4 posizioni in Italia, Inter a parte tutte le altre avversarie sono assolutamente alla portata dei bianconeri. Alla ripartenza nel 2022 la formazione juventina dovrà dimostrare di esser definitivamente guarita.
Per adesso, Buon Natale e buone feste a tutti i tifosi juventini e non.
@stefanodiscreti
Tutta la Serie A TIM e' su DAZN. Attiva ora