236
Quanto gioca male la Juve
 
Non è il pareggio contro il Sassuolo a fare male, ogni tanto in un campionato che si “vende” come competitivo ci sta pure non vincere una partita. 
Non sono i due punti gettati via.
Non è il sorpasso dell’Inter di Conte a preoccupare, non si è disputato ancora nemmeno il 40% del campionato di quest’anno e quindi troppe cose ancora dovranno capitare.
E’ l’ennesima partita giocata male dalla Juventus di Sarri a creare invece malumore e delusione.
Ormai sta diventando una triste consuetudine e l’anomalia, per assurdo, sono le partite giocate bene in stagione, che si contano purtroppo sulle dita di una mano.
Un’involuzione del gioco che desta evidente preoccupazione tra i tifosi e in tutto l’ambiente.
Non si riesce praticamente più a vincere una partita senza soffrire.
Non basta nemmeno sbloccare la gara di turno (oggi con un bel tiro dalla distanza di Bonucci) perché quasi sempre la squadra bianconera (come capitato anche contro il Sassuolo per la prodezza di Boga) si fa poi raggiungere.
 
Stavolta Dybala non basta
 
Stavolta non è bastato nemmeno l’ingresso di Dybala dalla panchina a regalare la vittoria alla squadra bianconera.
Dopo la papera di Buffon (ahi Gigi…) sul tiro di Caputo a seguito dell’ennesimo svarione di giornata di De Ligt (ieri assai male), l’ingresso di Dybala ha dato una svolta alla partita, procurandosi lui stesso il calcio di rigore trasformato per il pareggio da un irriconoscibile Cristiano Ronaldo.
Svolta che però in questa circostanza non è riuscita ad assicurare i tre punti in classifica alla Vecchia Signora.
Comunque si può tranquillamente dire che ha fatto molto di più Dybala da solo in quaranta minuti che Higuain in ottanta e Cristiano Ronaldo in tutta la partita.
Una Juventus irriconoscibile con anche un Emre Can che ha fatto tutto il possibile per non farsi rimpiangere minimamente, sbagliando tutto quello che si poteva sbagliare
Un chiaro passo indietro che spaventa molto di più del risultato in sé stesso.
Fino a quando questa squadra continuerà a giocare così male?
Da cosa dipende? Dal mercato sbagliato da Paratici e Nedved in estate o da Sarri?
Inutile girarci intorno. 
Allegri è stato mandato via perché non era più in grado di assicurare un gioco “decente” alla Juventus, Sarri è arrivato in bianconero allora proprio per questo, per invertire questa tendenza.
Se continua a far giocare così male la squadra bianconera va a finire che in molti arriveranno addirittura a rimpiangere il passato.
E se si ripensa all’ultima stagione di Allegri sarebbe un’impresa davvero degna quasi di Tom Cruise in Mission Impossible…