54
Bene cosi. Un’altra vittoria della Juventus in Champions League e passaggio turno prenotato. Dopo la netta sconfitta casalinga contro il Barcellona serviva subito ripartire con una prova convincente anche in Europa. Ancora una super prestazione di Morata (doppietta), sicuramente il giocatore più in forma della squadra di Pirlo in questo momento. Bene il ritorno al gol di Dybala, anche se favorito dagli evidenti errori della difesa del Ferencvaros, addirittura vicino alla doppietta (peccato per il tocco decisivo dell’avversario in occasione del quarto gol). Era quasi un anno che la Joya non andava a segno in Champions League e l’aver ritrovato la via della rete in Europa aiuterà sicuramente il percorso di recupero, fondamentale, di Dybala. Peccato per il gol subito nel finale di gara per il troppo rilassamento e per l’infortunio capitato a Ramsey nel corso del secondo tempo.
 
LA STRADA GIUSTA - 
Dopo la vittoria esterna a Cesena contro lo Spezia, la squadra bianconera continua il percorso di crescita soprattutto in termini di risultati. La formazione bianconera sta acquisendo convinzione e forma fisica che saranno sicuramente fondamentali per avviare la rincorsa anche in Campionato. A tal proposito sarà fondamentale la gara dell’Olimpico di domenica prossima contro la Lazio. Come già evidenziato nel corso dell'ultimo Juvemania, l’anno scorso la partita contro la squadra di Simone Inzaghi segnò in negativo la stagione della Juve di Sarri e anche per questo sarà fondamentale invertire subito la tendenza.
Una gara (la prossima) che potrebbe davvero segnare la svolta, adesso che piano piano si stanno recuperando tutti i giocatori fondamentali (da Ronaldo a Dybala) e che Pirlo finalmente può avere a disposizione quasi tutta la formazione titolare, De Ligt escluso. Serve dare continuità assolutamente, serve dare un segnale importante all’esterno. Serve una prestazione convincente contro un avversario sicuramente più impegnativo del Ferencvaros.
Mai sminuire un successo internazionale di questi tempi, ma certo gli ungheresi non sono stati il test più attendibile in termine di difficoltà. In alcune fasi è stato poco più di un allenamento.
 
CHI VICINO A RONALDO? -  La più grande curiosità adesso sarà quella di capire in anticipo la formazione che scenderà in campo all’Olimpico soprattutto nella fase offensiva. Considerando intoccabile CR7, se come sembra non ci sarà ancora spazio per il tridente, indovinare chi tra Dybala e Morata verrà schierato in campo in una gara così importante sarà sicuramente la cosa più interessante dei prossimi giorni, il tema principale di discussione. Di sicuro, come sempre, meglio avere problemi di abbondanza e difficoltà di scelta che esser costretti dall’emergenza a non avere alternative. Un bel dilemma per Pirlo, di quelli che tutti gli allenatori vorrebbero avere. La via giusta sembra esser stata imboccata, finalmente. Ora bisogna evitare assolutamente di finire fuori strada.

@stefanodiscreti