La Juventus cerca un rinforzo di mercato a centrocampo. Paul Pogba e Adrien Rabiot sono inconsapevoli protagonisti di una sfida all’ultimo euro. Con la Juve contrapposta a Psg e Barcellona. Il recente viaggio del d.s. bianconero Fabio Paratici per Psg-Lione è solo l’ultimo atto di un corteggiamento vecchio di almeno 4 anni. La proprietà qatariota vuole tenersi stretto il nazionale francese, ma lui punta i piedi e il club di Agnelli fa il suo gioco, ben sapendo che può davvero conquistare la pole se a gennaio Al Khelaifi resta a mani vuote. Certo, anche il Barcellona sta facendo le sue mosse su Rabiot, come in estate ci aveva provato per Pogba. E i catalani non vanno sottovalutati, nonostante i problemi di cassa.
Agnelli, Paratici e Nedved lusingano Rabiot e mamma Veronique con argomenti solidi sia sul piano economico che tecnico. Senza trascurare il dettaglio che da questa stagione chi cambia maglia a gennaio può comunque giocare in Champions. Ma il Psg lo lascia andar via subito? C’è il rischio che preferisca lasciarlo partire (a zero) a luglio. 

Di fronte a una simile incertezza, quindi, a Torino tengono aperta un’altra pista per certi versi ancor più allettante: il ritorno di Paul Pogba, ormai in perenne fibrillazione al Manchester United. Le polemiche con Mourinho e le ripicche dello Special One sono solo la parte esteriore di un malessere che ha costretto l’agente del campione del mondo, Mino Raiola, a guardarsi intorno. Il feeling estivo con il Barcellona è un po’ scemato, mentre le recenti frasi di Paratici ("è tesserato con un altro club") sono l’implicita conferma che i bianconeri sono sull’uscio. Sempre secondo la Gazzetta dello Sport, il possibile assalto per il Polpo, gioco forza, dipende dall’esito del contemporaneo braccio di ferro per Rabiot: una scelta fra i due sarà fatale.