26
Dopo lo 0-0 con l'Inter al Meazza, ai microfoni di Mediaset Premium parla Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus: "La fame non è mai passata, siamo indietro ma ci vorranno pazienza e molte gare per tornare avanti. Dobbiamo dare continuità ai risultati e recuperare lo svantaggio entro Natale e poi giocarcela da marzo. L'importante è giocare come stasera, dobbiamo crescere sul piano del gioco e sapere quando alzare ed abbassare il ritmo. Noi però abbiamo fatto pochi gol e una squadra che vuole vincere il campionato deve segnare di più".

Allegri aggiunge: "La squadra ha reagito bene, dobbiamo ripartire da questo e dal fatto che non abbiamo subito gol. Ora testa alla Champions. Dybala? E' tornato giovedì. L'unico che ha giocato è stato Cuadrado perché in quel ruolo è fondamentale ma Zaza ha fatto una buona gara. Questa squadra ha ampi margini di miglioramento ma dobbiamo crescere soprattutto nelle finalizzazioni, nell'ultimo passaggio".

Su Barzagli: "Se gli attaccanti avessero avuto la stessa determinazione e cattiveria di Barzagli, questa sera avremmo vinto".  

Poi, Allegri parla anche a Sky:
Su Zaza: "Perché lui e non Dybala dal 1'? Dybala è tornato giovedì. Dei sudamericani ha giocato Cuadrado perchè ha caratteristiche uniche. Zaza ha fatto bene e dimostrato in pieno di poter stare alla Juventus. Ha impensierito i difensori dell'Inter e aveva caratteristiche ideali".

Su Pogba: "Dybala è tornato giovedì. Dei sudamericani ha giocato Cuadrado perchè ha caratteristiche uniche. Zaza ha fatto bene e dimostrato in pieno di poter stare alla Juventus. Ha impensierito i difensori dell'Inter e aveva caratteristiche ideali".

Sulle speranze residue di Scudetto: "Non lo so. Sicuramente rientreremo in lotta, poco ma sicuro. Non facciamoci prendere dall'ansia. Dobbiamo fare una rincorsa, a Natale il distacco va dimezzato, poi ai primi giorni di marzo ce la giocheremo. Ora è inutile, la gara di stasera non è decisiva. Un punto cambia poco, ma blocca l'Inter, noi non abbiamo preso gol e fornito una grande prestazione. Bisogna migliorare, specie la media realizzativa".