302
Il Milan e Franck Kessié, un matrimonio destinato a concludersi. I fischi di San Siro, ripetuti in occasione della sfida con la Sampdoria, hanno di fatto confermato la rottura anticipata tra la tifoseria rossonera e il centrocampista ivoriano, nonostante la difesa netta di Pioli che ha ribadito l'importanza del giocatore nel finale di stagione che attende il Diavolo. Una separazione lunga, con il momento della verità che si avvicina perché, come vi abbiamo raccontato negli scorsi giorni su Calciomercato.com, entro un mese l'ex Atalanta deciderà quale sarà la sua prossima squadra, tra i tentativi dell'Inter e il feeling con il Barcellona. Poche settimane per rivelare il futuro di Kessié, ma quello del Milan? Anche da questo punto di vista non mancano indicazioni su quelli che saranno i piani della società rossonera.

OBIETTIVO NUMERO UNO - Ben noto, ad esempio, chi sia l'obiettivo numero uno per prendere il posto di Kessié: Renato Sanches. Già a gennaio Maldini e Massara hanno provato il tutto per tutto per provare ad anticipare l'arrivo a gennaio, complice anche il possibile trasferimento di Kessié al Tottenham (rifiutato dl giocatore) e l'eventuale addio di Castillejo, ma non hanno avuto fortuna. Il discorso è destinato a riproporsi in estate, quando il Milan proverà a chiudere con il Lille una doppia operazione che possa portare in Italia anche Sven Botman: un affare potenzialmente da 50-60 milioni di euro, un investimento importante che conferma la convinzione di Maldini e Massara sulle qualità del nazionale portoghese. E con Renato Sanches potrebbero arrivare anche novità sul modulo, se si considera che il meglio in carriera lo ha dato da mezzala.
ALTRE MANOVRE - In questo senso, vanno lette anche le altre manovre che i rossoneri stanno preparando per la prossima estate, perché altri due arrivi sono già certi. Yacine Adli arriverà a Milano dopo gli ultimi sei mesi con il Bordeaux ed è ritenuto l'innesto giusto per dare qualità tecnica alla mediana. A lui è destinato ad aggiungersi anche Tommaso Pobega che, al netto dell'intervento chirurgico al naso cui è stato costretto recentemente, con il Torino di Juric sta vivendo una stagione ad alto livello che lo ha rilanciato: ora è una risorsa a tutti gli effetti dei rossoneri e il suo valore di mercato è cresciuto notevolmente, senza offerte davvero irrinunciabili sarà confermato per giocarsi le sue carte a San Siro. Due rinforzi già delineati e uno identificato, ma non finiscono qui le mosse del Diavolo che ragiona anche su altri due aspetti, dalle riflessioni su Tiémoué Bakayoko, probabilmente l'unica nota stonata a centrocampo in questa stagione, alla possibilità di piazzare un colpo futuribile: in questo senso, basti pensare alla trattativa condotta in estate per Warren Bondo, classe 2003 del Nancy che può tornare di moda nelle prossime settimane. Kessie decide il futuro, il Milan ridisegna il suo centrocampo che ruoterà sempre più attorno a Sandro Tonali e Ismael Bennacer, quest'ultimo sì vicinissimo al rinnovo di contratto.

@Albri_Fede90