1
Wahbi Khazri ha scritto la storia del proprio paese. Il numero 10 della nazionale tunisina, al 14° minuto della ripresa, ha tagliato in due la difesa francese, superando Mandanda con un tocco ravvicinato e siglando il gol vittoria della TunisiaLa prima storica vittoria della compagine africana in una partita di Coppa del Mondo contro la Francia. La prima sconfitta della selezione transalpina ai Mondiali dal 2014. Un successo che, purtroppo, ai fini della qualificazione agli ottavi, è stato vano, in quanto il contemporaneo 1-0 dell’Australia contro la Danimarca, ha condannato la Tunisia ad un’eliminazione prematura da Qatar 2022. Ma il nome di Khazri rimarrà nella storia anche per un altro curioso dettaglio.

COME EMBOLO – Wahbi Khazri, con la rete segnata alla Francia, è diventato il 2° giocatore di questi Mondiali a segnare contro il proprio paese di nascita, essendo il centravanti tunisino nato ad Ajaccio. Il primo era stato Breel Embolo, attaccante svizzero che aveva siglato il gol del vantaggio nel match contro il Camerun. Ma se la punta del Borussia Monchengladbach aveva deciso di non festeggiare la propria marcatura, il giocatore del Montpellier si è lasciato andare ad una sentita esultanza, cosciente della portata storica della sua rete.
LA FORZA DELL'ABITUDINE - Khazri, a scrivere la storia del proprio paese in Coppa del Mondo, alla fin fine, ci è già abituato. In Russia, nel 2018, è stato il miglior marcatore (2) ed il miglior assistman (2) della nazionale tunisina ai Mondiali. L'attaccante del Montpellier ha quindi partecipato a ben 4 delle 5 reti siglate dalla Tunisia, ben l'80%. Mai nessuno, nella storia della compagine africana, era riuscito a fornire un apporto così decisivo in Coppa del Mondo dai tempi di Zied Jaziri che, nel 2006, fu coinvolto - con 1 goal e 2 assist - in tutte le occasioni a rete della Tunisia in Germania. Le prestazioni di Khazri hanno così permesso alla squadra del CT Jalel Kadri di centrare la loro miglior prestazione di sempre ai Mondiali - 4 punti nel girone - raggiungendo quanto fatto nel 1976. La Tunisia, però, è eliminata ma Wahbi Khazri è stato consegnato ai libri di storia.