5
L'ex attaccante tedesco Miroslav Klose ha dichiarato in un'intervista alla Gazzetta dello Sport: "Sono contento che il Milan abbia dato fiducia a Pioli, la merita perché è un uomo fantastico. È l’uomo giusto, specie in un momento di difficoltà. Ha qualità umane rare, è una persona molto onesta. Affronta i problemi in modo molto concreto, è schietto, ma molto disponibile. Sono sicuro che al Milan farà bene". 

"Simone Inzaghi sta facendo un lavoro eccezionale, sono contento per lui e per la Lazio. La vera sorpresa per me è Strakosha, quando c'ero io era il terzo portiere e sinceramente avrei puntato tutti i miei risparmi sul fatto che non sarebbe riuscito a diventare il titolare. Non trasmetteva sicurezza, ma dimostra che bisogna dare spazio ai giovani e dar loro il tempo di crescere". 

"Immobile ho sempre pensato che fosse forte, già quando era al Torino. Lavora molto per la squadra, corre molto, lotta, e si crea molte palle gol così. Proprio come facevo io. Mi piacerebbe allenare la Lazio? Sì, il mio obiettivo è arrivare in Bundesliga, in Serie A o comunque in un campionato top. Vediamo se ci sarà l’occasione. Ma con calma: sono convinto che si debba allenare nelle giovanili per comprendere davvero questo mestiere. Anche da giocatore si parte dalle giovanili per poi arrivare in alto". 

"Ribery è un giocatore eccezionale. Sapevo, conoscendo l’Italia, che partendo bene, avrebbe conquistato il cuore dei tifosi e così è stato. E questo è proprio quel che lo stimola. Con Boateng ha anche un supporto importante. A Firenze si divertiranno con lui". 

"Inter-Borussia Dortmund in Champions League? Si vede la mano di Conte, per questo l’Inter è così forte. Ha qualità in attacco con Lukaku e Lautaro ed è solida dietro con Godin e De Vrij. Sono contento che Stefan si sia ripreso dai problemi al ginocchio che ha avuto alla Lazio. Col Dortmund però sarà difficile: i gialloneri hanno molta qualità. In contropiede sono terribili. Sarà una gara equilibrata, da pareggio".