272
Dejan Kulusevski torna ad allontanarsi dalla Juventus. L'esterno svedese classe 2000 rischia di essere il grande sacrificato sul mercato del club bianconero dopo il maxi investimento sostenuto per assicurarsi Dusan Vlahovic e, alla luce delle difficoltà più grandi del previsto incontrate da Morata per andare al Barcellona, l'ex Atalanta e Parma è balzato in pole position. Il giocatore è stato sondato dall'Arsenal e dall'Everton ed è stato pure proposto al Milan, tramite il suo agente Alessandro Lucci. La richiesta avanzata dalla Juve - un prestito oneroso di 18 mesi e un obbligo di riscatto a 35 milioni di euro - ha però immediatamente raffreddato la pista rossonera e così, nelle ultime ore, è tornato prepotentemente d'attualità l'interesse del Tottenham.

RITORNO DI FIAMMA - Gli Spurs hanno in Fabio Paratici ed Antonio Conte dei grandi estimatori di Kulusevski e, dopo aver incassato il "no" di Adama Traoré come profilo di esterno destro, hanno deciso di tornare su un vecchio pallino: rispetto alle altre soluzioni prospettate, la società inglese mette sul piatto condizioni molto gradite alla Juve, ossia il prestito con obbligo che consentirebbe di recuperare completamente o parzialmente l'investimento sostenuto nel gennaio 2020, quando i bianconeri la spuntarono proprio sull'Inter all'epoca allenata da Conte per quello che fu poi scelto come il miglior giovane calciatore del campionato 2019/2020. Le parti sono al lavoro in queste ore per provare a trovare la quadra dal punto di vista economico e novità importanti sono attese a stretto giro di posta.
E IL MILAN... - IMaldini e Massara rimangono al momento in una posizione defilata, di attesa, e sarebbe disoisto a fare un tentativo concreto soltanto nel caso in cui le condizioni poste sul tavolo dalla Juventus - diretta concorrente per un posto in Champions League - dovessero cambiare.