9
"Ansu Fati? Alla prima in nazionale ho guardato il mio assistente e gli ho chiesto se fossimo in "Holly e Benji"”. Basterebbero queste parole del commissario tecnico della Spagna Luis Enrique, uno dei più moderni e capaci allenatori del momento, per capire quanto sia straordinaria, nel senso di "fuori dall'ordinario", la carriera di Anssumane Fati Vieira, o meglio Ansu Fati, attaccante della Guinea Bissau naturalizzato spagnolo, classe 2002 e primo numero 10 del Barcellona post Messi, l'erede designato, almeno per quanto riguarda la maglia. 

I RECORD CON LE FURIE ROSSE - Trasferitosi in Spagna ad appena 6 anni, ha debuttato con le Furie Rosse nel 2020, infrangendo record su record: 800esimo giocatore a debuttare con la nazionale maggiore. il secondo più giovane di tutti i tempi, all'età di 17 anni e 308 giorni e il più giovane di tutti i tempi a segnare in nazionale maggiore, a 17 anni e 311 giorni, battendo il precedente primato del 1925.

L''ARMA SEGRETA DI LUCHO' - Con questi dati alla mano e quanto fatto vedere finora in blaugrana, capiamo le parole di Lucho, che lo ha eletto "mossa segreta": probabilmente non avrà i crismi del titolare, almeno nelle prime gare, ma sarà sicuramente l'arma segreta della Spagna per cambiare le partite a proprio favore. 
IL PARAGONE CON 'HOLLY E BENJI', LA CHANCE MONDIALE - Il calciatore ad avere maggiormente impressionato il selezionatore, per la propria tecnica e la grande rapidità: così ha ribadito su Twitch l'ex allenatore della Roma, paragonandolo al notorio cartone animato dei fenomeni giapponesi, Olliver Hutton e Benjamin Price. "La prima volta che lo vidi mi sembrava un personaggio di Holly e Benji, per come colpiva il pallone. Era uno spettacolo, giocava da esterno o punta, con colpi magnifici". Alcuni infortuni ne hanno condizionato la resa negli ultimi tempi, i paragoni con la Pulga lo hanno forse un pò frenato: ma dopo i record con le Furie Rosse, ora la chance Mondiale, a soli 19 anni, è da non sprecare

@AleDigio89