21
Si discute ancora sul futuro di Mauro Icardi sulle pagine della Gazzetta dello Sport: "La nuova è questa: ieri ad Appiano l’a.d. Beppe Marotta, il d.s. Piero Ausilio e il technical manager Lele Oriali si sono seduti intorno a un tavolo con Mauro Icardi, comunicando - anzi, ribadendo — all’argentino di essere fuori dal progetto. In sostanza: all’ex capitano è stato detto che nulla è cambiato rispetto all’inizio dell’estate, che non ci sono margini per ricucire lo strappo, che è impossibile immaginare per lui un futuro all’Inter. Dunque: Icardi dimentichi di giocare anche solo un minuto con l’Inter, pure se dovesse restare nerazzurro dopo la chiusura del mercato del prossimo 2 settembre. Questo, in soldoni, il succo del discorso dei tre dirigenti dell’Inter all’argentino. Con una postilla legata al mercato: rispetto a due mesi fa, ora per te sono arrivate due proposte, una della Roma e un’altra dal Napoli, e dunque faresti bene a valutarle con attenzione. Nel frattempo Wanda sarebbe pronta a sfruttare per valutare un’azione legale per mobbing nei confronti del club. Non è un caso che il colloquio tra Icardi e l’Inter sia avvenuto ieri. Ovvero nel giorno in cui il club risolve di fatto la situazione dell’altro epurato, Nainggolan. Ma soprattutto a poche ore di distanza dalla presa di posizione di Icardi, che aveva fatto sapere tramite i suoi canali di voler rifiutare per il futuro qualsiasi altra soluzione che non si chiami Inter o Juventus, rispedendo dunque indietro i corteggiamenti di Roma e Napoli"