16
Il ritorno di Borja Valero, Vecino e Biraghi a Firenze, la sfida tra Dalbert e i suoi ex compagni di squadra. Ma anche tre punti fondamentali: da una parte c'è la necessità di salvare una partita, dall'altra la volontà di proseguire in vetta alla classifica. Fiorentina-Inter è un match ricco di contenuti e contenuto, tra passato e presente. Ma con un importante sguardo al futuro. Impossibile, infatti, non menzionare quel Federico Chiesa che, al pari di Tonali e Zaniolo, è uno dei talenti italiani più puri, cercato e conteso dalle big del nostro campionato e non solo.

LE AMBIZIONI DI FEDE - L'Inter c'è. Osserva, studia, ragiona. L'esterno viola è tra i primissimi nomi sul taccuino di Marotta, probabilmente quello per il quale in estate si scatenerà un'intensa guerra di mercato tra i nerazzurri e la Juve. L'addio alla Fiorentina, infatti, è sempre più vicino: Commisso è riuscito a trattenere il suo leader per una stagione, puntando i piedi la scorsa estate così da non presentarsi alla piazza toscana con un pesante peccato originale. Ora, però, la permanenza di Federico è sempre più improbabile. Anche perchè i progetti del neo presidente italo-statunitense non stanno dando, sin qui, gli esiti sperati: 16 punti in 15 partite, 7 sconfitte stagionali. I sogni di Commisso, dunque, si scontrano con le ambizioni di Federico.
UN SEGNALE PER LE GERARCHIE - I tanti affari degli ultimi anni, già citati in precedenza, hanno creato un solido e ottimo rapporto tra Inter e Fiorentina: l'assalto nerazzurro prenderà forma la prossima estate, poche settimane dopo la fine del campionato. Federico, salvo stravolgimenti, dovrà scegliere tra i due club attualmente leader in Serie A. E chissà che il ragazzo, poco dopo, non possa seguire proprio la stessa strada che prenderà il tricolore. Ecco perchè l'affare Chiesa, insieme alla battaglia in classifica, è una delle tappe fondamentali per ridisegnare le gerarchie del nostro calcio. L'Inter vuole dare un segnare, ma prima deve battere lo stesso Chiesa. Che, a sua volta, è chiamato a trascinare la Fiorentina.