317
In casa Inter si allunga la sfilza di uomini sul mercato, sulla lista dei partenti, infatti, insieme a Perisic, Icardi, Nainggolan, Miranda, Joao Mario, Borja Valero e Dalbert, finisce anche Matteo Politano, esterno che i nerazzurri hanno riscattato quest’anno dal Sassuolo. La cessione del calciatore classe ’93 non è prioritaria come quella degli altri suoi compagni di squadra, ma è chiaro come che le sue caratteristiche non si sposino perfettamente con l’idea di gioco che ha in mente Antonio Conte.

ESCLUSO DA MAROTTA - Politano risulterebbe sacrificato se impiegato come esterno di un 3-5-2, ma allo stesso tempo ieri Marotta non lo ha previsto tra gli attaccanti quando ha menzionato gli uomini a disposizione di Conte nel pacchetto offensivo: “Siamo alla ricerca di due punte, una di esperienza e un giovane, perché oggi abbiano solo Lautaro. L’anno scorso c’erano anche Keita e Icardi, ora abbiamo solo un attaccante”. Parole che non lasciano spazio ad altre interpretazioni: il tecnico salentino, molto probabilmente, ritiene Politano un esterno di ruolo, ma più ala che tornante a tutta fascia e per questo motivo potrebbero presto aprirsi per lui nuove opportunità lontane da Milano”.

L'INTERESSE DELLA ROMA - La sua valutazione a bilancio è di 20 milioni di euro, venderlo al di sotto di questa cifra significherebbe produrre minusvalenza. Diverso se invece l’Inter decidesse di prestarlo per risparmiare l’ingaggio lordo. L’attaccante piace alla Roma (che però segue anche Suso) e potrebbe essere inserito in una maxi operazione che potrebbe spostare diversi calciatori sull’asse Milano-Roma. Oltre a Dzeko, i nerazzurri seguono con molta attenzione anche Florenzi e Kolarov, ma ad oggi non si è ancora andati oltre i primi sondaggi.