Commenta per primo

"Avevo da poco compiuto 18 anni. Ero reduce da Miss Italia e volevo sfruttare il momento. Mi proposero di posare a Lampedusa, dissi sì senza pensarci, non ci vedevo nulla di male". Ilary Blasi ha raccontato in esclusiva a Vanity Fair, in edicola domani, di un vecchio servizio fotografico senza veli realizzato quando era ancora una ragazzina. Il settimanale ha acquistato il servizio ed ha chiesto alla signora Totti l'autorizzazione a pubblicarlo. Ilary a sorpresa ha accettato nonostante non vada fiera di quegli scatti. "In quel momento mi interessavano i soldi, e mi pagavano bene - ha raccontato a Vanity - . Mi sembrava una buona occasione per comprarmi la macchina. Invece, col senno di poi, era una fregatura che a distanza può anche fare male. Usate in un altro contesto, e con malizia, immagini come quelle possono essere dannose".

Quest'estate la moglie del capitano della Roma è stata oggetto di un altro spiacevole incidente. Un obiettivo indiscreto l'ha fotografata a Formentera in topless, approfittando di una finestra aperta. "Sono rimasta male: quella è violenza. Spogliarmi per un servizio fotografico può non essere un problema, ma è un mio diritto scegliere se, quando e per chi. Ma questa volta mi è stata tolta la possibilità di mostrarmi con il decoro che adotto sempre in pubblico. Ero inconsapevole di quello che stava accadendo e non potevo difendermi: lo trovo grave, un colpo basso, e ci deve essere un limite".

Poi un pensiero al marito, definito 'pigro' da Franco Baldini. "Dico solo che se Francesco non fosse uno stakanovista, si sarebbe ritirato da tempo tra allori e onori, chiudendo un ciclo unico. Non mi sembra che gli manchi nulla per vivere bene, ma lui sogna sempre un traguardo in più per i tifosi. Pigro? Suona proprio come un insulto".