Calciomercato.com

La Juve e i processi sportivi: filone plusvalenze e filone stipendi, tutte le tempistiche

La Juve e i processi sportivi: filone plusvalenze e filone stipendi, tutte le tempistiche

  • Redazione CM
  • 166
Saranno mesi molto caldi per la Juventus. Dentro al campo, tra campionato, Europa League (questa sera il ritorno degli ottavi di finale in casa del Friburgo, sconfitto 1-0 all'andata) e Coppa Italia (semifinale contro l'Inter, match di andata a Torino il 4 aprile, ritorno al Meazza il 26) e nelle aule dei tribunali, dove verrà deciso il futuro prossimo del club. Il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina ha ribadito nei giorni scorsi che ci sono le tempistiche per risolvere tutto entro il 4 giugno, ma se poi dovessero subentrare variabili, per esempio, ulteriori ricorsi, c'è il rischio di uno slittamento e quindi di un condizionamento della prossima stagione. 

FILONE PLUSVALENZE - La Juve, forte di una memoria di nove punti, è convinta di poter far cancellare la penalizzazione di 15 punti che le è stata inflitta a gennaio dalla Corte Federale d’appello. L'udienza al Collegio di Garanzia, prevista inizialmente dopo Pasqua, dovrebbe slittare a fine aprile: i membri del Collegio vogliono studiare a fondo la gran mole di carte del processo. Avranno poi facoltà di annullare la sentenza se viziata da errori procedurali o di forma (in quel caso la decisione è inappellabile) o di confermare la sentenza, rigettando il ricorso della Juventus. Esiste poi una terza possibilità, ovvero il rinvio alla Corte d’Appello Federale perché corregga eventuali vizi. In quel caso la Corte dovrebbe riscrivere le motivazioni, confermando la condanna o, eventualmente, rimodulando la penalizzazione e le inibizioni. 

FILONE STIPENDI - A fine mese terminerà la proroga di 20 giorni chiesta dal procuratore Chiné per concludere le indagini in vista del deferimento. A quel punto sono due le opzioni sul tavolo: patteggiamento (come scrive Tuttosport prima del deferimento, la sanzione può essere diminuita fino ad un massimo della metà di quella prevista nel caso in cui si procedesse in via ordinaria; nel patteggiamento dopo il deferimento la sanzione può invece essere diminuita fino ad un massimo di un terzo) o processo ordinario: ciò significa far trascorrere 30 giorni per fissare l’udienza, una settimana per le memorie, il processo. E poi ancora, eventualmente, c’è l’impugnazione fino alla Corte federale d’appello. Ed eventualmente/bis: avanti ancora fino al Collegio, con tempistiche ben più lunghe e incerte. Passando dalla Procura Sportiva alla Procura della Repubblica: il 27 marzo ci sarà l’udienza preliminare.

JUVE FUORI DALLE COPPE - Gli sviluppi di questo processo hanno influenza anche in ambito Uefa. C’è un fascicolo aperto e c’è uno scambio di atti processuali in corso. La UEFA potrebbe intervenire sul caso Juventus escludendo la società bianconera dalle coppe europee per una o più stagioni, in seguito alle sanzioni che sono maturate e che potrebbero ulteriormente inasprirsi in ambito nazionale. Un'eventuale esclusione della Juventus dalle coppe europee - da stabilire, nel caso in cui si concretizzi, se per una o più stagioni - scatterebbe in occasione della prima qualificazione dei bianconeri ad uno dei tre tornei organizzati dalla UEFA, ovvero Champions League, Europa League e Conference League.

Altre notizie