È arrivato in Russia da semisconosciuto, se ne è andato da campione del mondo e protagonista: Benjamin Pavard è stato sicuramente la maggior rivelazione che il Mondiale 2018 ci ha regalato. Nelle convocazioni a sorpresa di Didier Deschamps per la spedizione russa, infatti, in pochi avevano notato il nome del difensore dello Stoccarda, che ad appena 20 anni aveva deciso di abbandonare la Francia e la Ligue 1 per tentare l'avventura nella Bundesliga. Una scelta decisamente fortunata, visto che Pavard in breve tempo è riuscito a conquistarsi una maglia da titolare della nazionale e a finire sul taccuino di diversi top club in tutta Europa.

LA JUVE LO SPIA - Tra questi, anche la Juventus. Come anticipato da Calciomercato.com, infatti, alcuni scout bianconeri hanno assistito alla sfida tra la Francia e l'Olanda di domenica scorsa, con un giocatore che su tutti li ha colpiti: proprio Pavard. Fisico importante, il classe '96 nasce come difensore centrale, ma col passare degli anni si è spesso trovato ad agire come terzino, sulla fascia destra. Lì ha deciso di impiegarlo Deschamps, ottenendone in cambio corsa, cross e anche un gol, splendido, realizzato all'Argentina negli ottavi di finale di Russia 2018. 

SFIDA A BAYERN E BARÇA - I bianconeri non solo però i soli a seguire la crescita dell'ex Lille: il Barcellona e soprattutto il Bayern Monaco, sempre attento ai talenti della Bundes, hanno messo da tempo gli occhi su di lui. Addrittura, in Germania si ipotizzava che i bavaresi avessero già pagato la clausola rescissoria da 30 milioni di euro che permetterà di strappare il giocatore allo Stoccarda dall'estate 2019, un'ipotesi smentita dal diretto interessato: "Io sto bene a Stoccarda. I mio progetto di carriera era restare ancora un anno in Germania, sto bene qui e non ho firmato nulla con il Bayern". Ancora una stagione, prima di spiccare definitivamente il volo. La Juve è avvisata.