Commenta per primo

Riceviamo, pubblichiamo e rispondiamo:

SPETT.LE REDAZIONE DI CALCIOMERCATO.COM
Mi pare di capire che la Juventus si voglia suicidare da sola. Non bastavano i soliti infortuni (vedi Amauri e Martinez), ora acquistiamo giocatori già infortunati come Traoré. Mi chiedo cosa manchi a questa dirigenza e alla squadra per realizzare quelle motivazioni che possano almeno farla resuscitare, utilizzando più oculatezza negli acquisti e nelle cessioni. A cosa è servita la cessione di Diego? Per realizzare un progetto o per fare cassa? Sembra una squadra senza idee e senza convinzioni!
Grazie.

Gentile lettore,
i giudizi sulle campagne acquisti vanno rapportati agli obiettivi stagionali delle singole squadre. Scottata dalla delusione dell'anno scorso quando era partita per competere alla pari con l'Inter, questa volta la Juventus sa benissimo di non essere da scudetto perché per vincere ci vogliono i grandi campioni.

L'obiettivo principale è tornare in Champions, possibilmente vincendo un titolo (Europa League o Coppa Italia). Marotta ha condotto un mercato lineare, costruendo una squadra da quarto posto adatta al 4-4-2 di Del Neri. Tuttavia anche noi non condividiamo la cessione di Diego, che avremmo sacrificato solo per arrivare a Dzeko, il sogno proibito di Andrea Agnelli.

Ecco, il presidente rappresenta la novità più positiva per i tifosi bianconeri: è il segnale che la proprietà continuerà ad investire nella squadra, anche grazie ai ricavi che arriveranno dal nuovo stadio di proprietà (il primo in Italia). Insomma, la Juve tornerà la Juve, ma ci vuole ancora un po' di pazienza.