Commenta per primo

Genova si nutre di derby tutto l’anno e quando non c’è il pallone che rotola sui verdi campi di Serie A ci pensano gli operatori di mercato a riaccendere la lotta tra Sampdoria e Genoa. Durante l’estate di calciomercato sono state due le trattative incrociate rossoblucerchiate.

La prima, forse l’unica in cui l’interessamento era concreto da entrambe le parti, è stata quella per Bergessio. L’attaccante del retrocesso Catania faceva gola sia a Preziosi che a Ferrero. L’operazione non sarebbe stata facile ed entrambi i club se ne sono accorti fin dai primi approcci risalenti a inizio luglio. Gli etnei non volevano svalutare il prezzo del suo cartellino e quindi hanno tenuto duro alle prime richieste delle società genovesi. La lotta si è accesa in più occasioni ma alla fine l’ha spuntata la Sampdoria grazie al decisivo contributo di Mihajlovic che ha visto in Bergessio l’uomo giusto per mettere pressione al titolare Okaka. Preziosi una volta capito che non avrebbe vinto il derby si è gettato su Pinilla come vice Matri.

La stracittadina di mercato si è riaccesa negli ultimi due giorni anche se forse parlare di vero e proprio derby per Silvestre è esagerato. L’azione del Genoa sull’interista è sembrata più di disturbo che di reale interesse visto che Gasperini ha spinto per avere Roncaglia che oggi verrà presentato. La Sampdoria in questo caso ha fiutato le intenzioni del Grifone ha chiuso con molta calma approfittando anche della volontà dell’Inter, pronto a pagare buona parte dell’alto ingaggio, di cedere uno dei pupilli di MIhajlovic. Finito il mercato ora Genoa e Sampdoria sono pronte ad affrontarsi sul campo, la data è già segnata in rosso sul calendario da tutti i tifosi: domenica 28 settembre.