Calciomercato.com

Lang re dei dribbling come Neymar: il retroscena sul Milan e gli scenari per l'estate

Lang re dei dribbling come Neymar: il retroscena sul Milan e gli scenari per l'estate

  • AC
Il suo carattere non è dei più docili (eufemismo), ma guai a criticare le sue qualità. Grande palleggiatore e assoluto showman Noa Lang è abituato a dare spettacolo in campo. Lo ha fatto pure mercoledì in Champions League in occasione di Bruges-Benfica: contro i portoghesi il 23enne ha fatto registrare 10 dribbling riusciti. L’ultimo a riuscirci in terra europea è stato un certo Neymar. Ma non è tutto. L’olandese non tira mai la gamba indietro: contro i lusitani ha vinto 18 duelli su 22, segno anche della sua consistenza in campo.

ADDIO RIMANDATO - Inutile sottolineare come Lang, che in questa stagione ha fatto registrare finora 7 gol e 3 assist, ambisca ad un ulteriore salto di qualità. Salto che l’esterno sinistro sperava di fare già la scorsa estate. In tal senso le sue parole erano state molto chiare: ”C’è l’accordo col Bruges, se arriva un’offerta potrò andare via”. La proposta del Milan, che pure si era informato sulla situazione dell’ex Ajax parlando con il suo entourage, non è mai arrivata (il Bruges lo valutava circa 22 milioni di euro). Anzi, i rossoneri hanno poi portato a casa un suo compagno, ossia De Ketelaere, dopo una trattativa a dir poco estenuante.

NUOVO ASSALTO - E chissà se Maldini non possa tornare nuovamente alla carica per Lang in estate, quando Rafael Leao potrebbe salutare Milanello. Sulla carta il classe 1999 è il sostituto perfetto del portoghese: i Campioni d'Italia dovranno però fare i conti con numerosi concorrenti. In primis il Leeds, che si è detto interessato. Ma i buoni rapporti tra il club fiammingo e i dirigenti Casa Milan non possono che mettere i meneghini in leggero vantaggio nella corsa al duttile esterno.
 

Altre notizie