Commenta per primo

Dopo quasi due mesi d'astinenza il Latina torna alla vittoria, liquidando la pratica Carrarese grazie a un gol di Fossati. Primo tempo a senso unico, con il 4-3-2-1 asimmetrico schierato da Ghirotto che funge da rebus irrisolto per gli ospiti. Il primo lampo porta la firma di Pagliaroli, bravo ad inserirsi sull'incrocio ma poco preciso al momento della conclusione. Al 9' il Latina passa in vantaggio: Pagliaroli e Fossati duettano nello stretto, con il primo che salta secco Piccini e viene steso in area. Rigore trasformato con qualche patema da Fossati. La reazione dei ragazzi di Sottili è innocua, i neroazzurri amministrano e al 35' ricevono un bonus vittoria da Piccini, ingenuo nel beccarsi il secondo giallo e la doccia anticipata. Nella ripresa gli ospiti tornano in campo con un altro piglio e, sfruttando la scarsa incisività sotto rete degli attaccanti di Ghirotto, provano a pungere: Orlandi impensierisce Martinuzzi con una rasoiata, il puntero Cori si beve Burzigotti con un sombrero ma colpisce il palo esterno, mentre al 20' Anzalone spreca malamente in mischia. Il forcing finale non modifica il risultato, il Latina festeggia la vittoria mentre la Carrarese, dopo dieci risultati utili consecutivi, riassapora il gusto amaro della sconfitta.

LATINA

L'allenatore del Latina, Marco Ghirotto: 'Coscienti del vantaggio, abbiamo cercato di rimanere tranquilli per portare a casa la vittoria, ma non abbiamo chiuso la partita. La Carrarese è stata coraggiosa, e con il doppio cambio all'intervallo ci ha lanciato un messaggio ben preciso. I nuovi? Sono molto professionali, hanno qualità, sono quei tasselli mirati per bilanciare alcune cose che non andavano bene. La squadra sta cambiando pelle e sta lavorando su nuove situazioni, ma nel frattempo è necessario racimolare punti salvezza'.

CARRARESE

L'allenatore della Carrarese, Stefano Sottili: 'E' stato il peggior primo tempo di tutta la stagione, non siamo neanche entrati in campo, poi siamo stati bravi nello spogliatoio a lasciarci alla spalle il pessimo inizio. Non si può neanche parlare di partita a due facce: abbiamo preso lo schiaffo all'inizio, non il gol che è una conseguenza dell'atteggiamento che abbiamo mostrato. Nella ripresa abbiamo concesso poche occasioni e ci siamo resi pericolosi con il palo di Cori e il tiro di Anzalone. Oggi più di un giocatore non ha dato l'apporto consueto'.