123
Ci aveva provato nel 2018 quando l’elezione gli era sfuggita solo per pochi voti, ora Claudio Lotito ce l’ha fatta. Il presidente della Lazio è stato eletto senatore in Molise per il centrodestra e per il suo partito, Forza Italia. Si è imposto nel collegio uninominale con il 43%, davanti all'avvocato Ottavio Balducci del M5S (23,9%) e alla dirigente scolastica Rossella Gianfagna (23,7%), candidata del centrosinistra

PAROLE - Nell’ultimo mese si era di fatti trasferito a Campobasso per seguire la propria campagna elettorale e, dopo la vittoria schiacciante, ottenuta già nelle prime ore della notte, ha commentato così. "Io in questa campagna elettorale ho messo cuore, passione e sentimenti autentici che sono stati recepiti dai molisani. Gli abitanti di questa regione mi sono entrati nel cuore e hanno capito la mia totale disponibilità. Ora porterò le loro istanze in Parlamento con la stessa determinazione che ho impiegato nella campagna elettorale. Non saranno traditi perché lo meritano, questa è una terra fantastica che è stata troppo dimenticata negli ultimi anni e che ha bisogno di una voce in Parlamento".
PRECEDENTI - Come detto, Lotito ha finalmente ottenuto ciò che riteneva di aver realizzato già nel 2018. Quattro anni fa era stato candidato sempre da Forza Italia e sempre per il Senato nel collegio plurinominale della Campania 01. Il presidente della Lazio aveva perso il seggio per pochi voti e non si era rassegnato ai risultati, protestando e presentando vari ricorsi. Già il 4 agosto del 2020, in seguito a un ricorso, il seggio appartenente a Vincenzo Carbone gli era stato assegnato anche se Lotito non è mai entrato in carica per la mancata votazione del Senato in merito.