Calciomercato.com

Lazio, Immobile: 'Avrei voluto giocare di più in Champions nella mia carriera'

Lazio, Immobile: 'Avrei voluto giocare di più in Champions nella mia carriera'

  • Tommaso Fefè
  • 6
Alla vigilia della supersfida contro il Bayern Monaco in Champions League, Ciro Immobile ha parlato in conferenza stampa a Formello. Il capitano goleador della Lazio ha raccontato come la squadra sta vivendo il momento e quanto tutti ci tengano a ben figurare in questa gara, valida per l'andata degli ottavi di finale.

FIDUCIA - "Il gruppo sta bene e vive con entusiasmo la partita. Dobbiamo prepararci al massimo per affrontare una squadra molto forte. Non la stiamo vivendo con ansia, anzi siamo sulla scia dell'entusiasmo post cagliari. Per noi l'aspetto più importante è proprio evitare di ripetere ciò che è stato fatto 3 anni fa.  Aver acquisito esperienza internazionale deve essere un valore aggiunto".

STIMOLI - "Affrontare grandi campioni come Kane è sempre stimolante. Il confronto con grandi nomi mi fa capire anche il livello che ho raggiunto. I numeri racontano cose che mentre giochi nemmeno le pensi, ma poi a mente fredda ragioni su quanto sia straordinario aver raggiunto certi traguardi. E il paragone con i top player è sempre stimolante. Domani a Kane ci penseranno Romagnoli, Gila e gli altri. Io non sfido lui. Per me conta provare a vincere contro il Bayern. Metteremo tutto noi stessi per provarci".

CRESCITA -  "L'obiettivo resta la crescita personale e di squadra. In futuro uno cerca sempre di migliorare e dovrebbe essere da stimolo anche per i più giovani. Raggiungere determinate competizioni fa crescere. Io purtroppo l'ho giocata poche volte la Champions e avrei voluto farla di più. Oggi sono in una condizione buona, sto cercando di lasciarmi dietro le cose negative dell'anno scorso. La settimana in cui ero squalificato mi è servita per allenarmi ancora meglio. Domani sento di poter entrare in campo con una condizione buona".

ATTACCO - "Stiamo lavorando sulla carenza di gol. La settimana scorsa abbiamo visto tante cose che ci mancavano per avere continuità. Io credo sia sempre stata una questione di mettersi bene in campo. Leggendo le statistiche i gol arrivano quasi sempre da paloni recuperati. Pochi al mondo fanno una mole di gioco tale da avere tante occasioni costruite. Ora ci manca tantissimo Zaccagni. Piano piano sta crescendo anche Isaksen, con Pedro che lo aiuta. Io mi fido dei miei compagni e ci teniamo tutti a far rivedere di nuovo quello sappiamo fare".

Commenti

(6)

Scrivi il tuo commento

Utente vxl 992113
Utente vxl 992113

Nella lazio ha fatto grandi cose, ma i gol nelle coppe bisogna vedere contro chi li fai. Un conto...

Altre notizie