Commenta per primo
Nell'ultima partita della 19esima giornata di Serie A, che chiude il girone d'andata, all'Olimpico la Lazio di Maurizio Sarri batte per 4-0 il Milan di Stefano Pioli. Con questa vittoria, ottenuta grazie a una prestazione spettacolare sia a livello di singoli che di squadra, la Lazio si porta a quota 37 punti in classifica, raggiungendo Inter e Roma. Il Milan, ormai in piena crisi, dopo l'eliminazione in Coppa Italia, la sconfitta in Supercoppa e i pareggi con Roma e Lecce, resta fermo a 38 punti, a -12 dal Napoli capolista.  

Il primo tempo è completamente a tinte biancocelesti, con il gol di Milinkovic-Savic dopo 4' minuti (altro gol preso dalla squadra di Pioli a inizio partita dopo Lecce e Supercoppa), su assist di Zaccagni, e raddoppio dello stesso Zaccagni, dopo un palo di Marusic. Per la Lazio tante altre occasioni da gol (soprattutto con Zaccagni), per il Milan nessuna occasione, l'infortunio di Tomori (sostituito da Kjaer), l'ammonizione che costerà la squalifica a Bennacer e tanto nervosismo (con Giroud furibondo con Dest per un mancato cross a centro area).

La ripresa inizia in modo più equilibrato, con un Milan più propositivo, che però a livello di chance da gol non va oltre a un palo sfiorato da Bennacer su punizione. Poi improvviso, su un'azione di contropiede, arriva il 3-0 della Lazio, grazie un rigore realizzato da Luis Alberto (penalty causato da un fallo di Kalulu su Pedro). A quel punto il Milan molla completamente e pochi minuti dopo arriva anche il poker della Lazio, con un'azione corale che porta al gol di Felipe Anderson. 
DOPO LA PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO DI ALBERTO CERRUTI