1
Il pareggio di ieri all'Olimpico per 2-2 tra Lazio e Cagliari ha strappato un sorriso decisamente più largo ai sardi. I biancocelesti dal canto proprio dopo le prove opache con Milan e Galatasaray hanno comunque evidenziato dei passi avanti.

Il primo pari dell'era Sarri coincide con il 15esimo risultato utile di fila contro i sardi, ma interrompe la striscia di vittorie di fila all'Olimpico a quota 10. Poco importa al Comandante, fermo lì dietro ai vetri insonorizzati delle tribune dell'Olimpico. Ora ben vengano i risultati, ma quello che conta è l'apprendimento della nuova filosofia di gioco, e ieri, rispetto a Milan e Gala, un inizio si crescita si è visto.

IL SOLITO IMMOBILE - Quinto gol in cinque presenze per Immobile. Il capitano biancoceleste ha suonato la carica sui social all'indomani del match: "Non c'è tempo per guardare indietro. Lavoro, lavoro e ancora lavoro, questo è il nostro modo per crescere e migliorare". Un leader che intanto ha messo a segno l'11esimo centro contro il Cagliari. I sardi diventano a tutti gli effetti la sua terza vittima preferita dopo Sampdoria (13 gol) e Genoa (12). Alle critiche Immobile continua a rispondere con i numeri.