2
Asse di mercato caldo tra Verona e la sponda biancoceleste della Capitale. Il presidente dell'Hellas Maurizio Setti, intervenuto questa mattina ai microfoni dell'emittete romana Radiosei, ha dichiarato:

Penso che la percentuale di fare un affare con la Lazio sia alta, forse se ne possono fare anche due, ma dipende dalla Lazio e dai suoi piani di mercato. Noi non cerchiamo scambio di giocatori anche perché i giocatori della Lazio guadagnano troppo, le trattative sono basate sul cash.

La Lazio e il club scaligero già da gennaio discutono del possibile trasferimento a Formello di Casale, profilo gradito per rinforzare la difesa. Nelle ultime settimane si sono poi aggiunti altri due nomi, per il centrocampo e l'attacco, che hanno ben figurato in gialloblu questa stagione, attirando l'interesse delle Aquile. Sono Ilic e Simeone. Il patron dei veronesi a riguardo ha aggiunto:

Casale è un giocatore osservato da tanti club, la Lazio ha dimostrato interesse già a gennaio, ma non era pronta a prenderlo. Chi lo vuole deve però sbrigarsi, perché determinati giocatori vanno presi/venduti prima dell’inizio del ritiro. Stesso discorso per Ilic e Simeone, che sono giocatori che costano. Non credo però che si possa fare una maxi operazione con Casale, Ilic e Simeone perché sono i nostri pezzi pregiati, servono al nostro sostentamento. A Lotito ho consigliato cosa fare con questi 3 giocatori. Ilc ricorda Jorginho. Forse gli è inferiore nel palleggio, ma considerando struttura, ritmo e intensità credo che nel complesso sia superiore. Secondo me potrebbe giocare nei migliori club d’Europa e credo che potrebbe essere un’ottima alternativa a Leiva. Ma si tratta di un’operazione costosa.