Commenta per primo
Marco Baroni, tecnico del Lecce, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Sassuolo: 

"Serve lo stesso atteggiamento, non deve cambiare. Abbiamo una partita nelle gambe e mi aspetto una crescita da parte di tutti, anche nella gestione della gara. Con l'Inter esordio devastante, prendendo gol dopo pochi secondi in una situazione di gioco che, però, l'Inter sa fare bene. La squadra ha saputo soffrire e rialzarsi tirando fuori la testa, giocando una partita all'altezza. A Sassuolo sarà un'altra gara, molto complicata, contro una squadra che ha valori tecnici altissimi, con tanti giovani e che ha saputo mettere nel palleggio sotto la Juventus. Non è una novità, è da anni che hanno una forte identità. Sarà un bel test, ma siamo pronti, nonostante le difficoltà che sicuramente ci saranno. Il match con l'Inter ci ha lasciato un dolore immenso, ma è da qui che dobbiamo ripartire: servirà grande intensità sia mentale che fisica. Abbiamo avuto un'altra settimana di lavoro e ci è servita per fare gruppo e conoscerci meglio".

TUIA - "È disponibile, si è allenato bene, ora farò delle valutazioni anche di gestione della partita. Perché nei cambi sono arrivato un po' corto con l'Inter, dove ho bruciato un cambio subito".
CON TUIA - "Blin e Baschirotto non sono stati una sorpresa, hanno giocato bene dal punto di vista dell'aggressività. Poi ci sono anche gli avversari...".

ATTACCO - "Ceesay se dovesse giocare tutte le partite con questa intensità non ha i 90' nelle gambe. Sono stato costretto al cambio perché aveva i crampi, ma ha lavorato davvero molto bene al di là del gol. Ha messo una grande disponibilità sin dal primo giorno in cui è arrivato".

ASKILDSEN - "Sta bene, è disponibile. Non ha i 90' ma sicuramente andrà in campo in caso di necessità".