Commenta per primo
Il Lecce centra, dopo solo un anno di purgatorio, il ritorno nella massima serie pareggiando, come da pronostici, contro il Sassuolo e grazie alla contemporanea sconfitta del Brescia, sul campo del Padova, porta a casa anche il primato della classifica per la prima volta nella sua storia. La prima frazione di gara si chiude a reti bianche nonostante i salentini abbiano sfiorato il vantaggio in almeno tre occasioni. L'urlo di gioia dei tifosi giallorossi si libera, tuttavia, alla notizia del doppio vantaggio del Padova ai danni del Brescia. Il secondo tempo è all'insegna dei più classici dei volemose bene e serve solo come antipasto dei festeggiamenti che, puntuali, esplodono al fischio finale dell'arbitro Rocchi che ufficializza il ritorno degli uomini di De Canio tra le big del calcio italiano. Per il Sassuolo, invece, mercoledì è già tempo di semifinale di play-off contro il Torino. LECCE L'allenatore del Lecce, Gigi De Canio: 'Ho lavorato in un ambiente bellissimo sotto tutti i punti di vista e questo sicuramente è stato un contributo importante per la conquista di questa promozione. E' stato un anno difficilissimo che si è chiuso con il raggiungimento di un traguardo che all'inizio della stagione pareva impossibile. La società addirittura aveva messo in preventivo una possibile retrocessione in serie C in virtù di tutte le difficoltà che abbiamo attraversato nella scorsa estate in sede di calciomercato. Ora godiamoci questo risultato prima di tuffarci nella serie A. Il mio futuro? Al 100% al Lecce'. SASSUOLO L'allenatore del Sassuolo, Silvio Pioli: 'Penso che oggi abbiamo fatto la nostra partita, a noi serviva un punto ed anche al Lecce ed è naturale che ad un certo punto il pareggio stava bene ad entrambe. Ora dobbiamo pensare solo alla semifinale dei playoff contro il Torino, sappiamo che sarà un avversario durissimo ma noi ce la giocheremo fino alla fine. La possibile finale col Brescia? E' prematuro parlarne ora, pensiamo prima a passare il turno contro il Torino'.